Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Lunedì 24 LUGLIO 2017
Marche
segui quotidianosanita.it

Marche Nord. Il nuovo ospedale si farà a Muraglia

Con questa scelta, ha detto il presidente Ceriscioli, “si riducono i tempi (non ci sarà bisogno di espropri), si procederà a costruire sul costruito, in una destinazione di uso urbanistico ospedaliera”. Il prossimo passo sarà quello di bandire la gara di progettazione.

21 NOV - “Il criterio dell'area pubblica è decisivo e per questo ringrazio i sindaci per il contributo dato al percorso per la costruzione dell'ospedale unico.  Esclusa Fosso Sejore, l'area individuata è Muraglia”. Ad annunciarlo, in una nota, il presidente delle Marche, Luca Ceriscioli.

“Con questa scelta – spiega Ceriscioli nella nota - si riducono i tempi (non ci sarà bisogno di espropri), si procederà a costruire sul costruito, in una destinazione di uso urbanistico ospedaliera. Inoltre, Muraglia è l'unico sito che ci permette di realizzare un ospedale completamente unico perché si integra con radioterapia realizzata recentemente. Per tutti questi motivi avviamo subito le procedure. La Regione, infatti, non ha bisogno di particolari intese con le amministrazioni locali, perché non c'è necessità di variante”.

Per Ceriscioli è poi “importante il potenziamento dei collegamenti viari grazie alle opere compensative di autostrade: il casellino di Santa Veneranda e l'interquartieri prolungata fino all'area del nuovo ospedale”.


Il prossimo passo sarà quello di bandire la gara di progettazione. “La scelta di Muraglia, che si trova ai margini dell'area urbana di Pesaro, consente di allegerire i servizi sanitari prospettati sul San Salvatore  e rafforza la previsione sul Santa Croce che resta ospedale. In particolare il presidio fanese manterrà il pronto soccorso, medicina d'urgenza e accettazione , l'osservazione breve, la diagnostica per immagini complessa e la diagnostica di laboratorio, centrale operativa dell'emergenza territoriale, una Potes e la centrale per i trasporti programmati, la lungodegenza post-acuzie, la riabilitazione intensiva, le attività ambulatoriali”.

Inoltre, ha proseguito il presidente, “miglioreremo l'accessibilità ordinaria da sud, sul progetto interquartieri di Fano, visto che da nord è già ben servita. Anche in merito alle ipotesi, non ancora definite, in merito ad una struttura privata ad integrazione dei servizi sanitari della provincia, la collocazione ideale è nell'area di Fano. Finalmente si chiude un lunghissimo dibattito politico, si parte con un grande investimento che offrirà ai cittadini una 'casa' sicura, efficiente dal punto di vista energetico e sanitario, in un quadro di potenziamento dell'intera rete territoriale dei servizi".

21 novembre 2016
© Riproduzione riservata


Altri articoli in QS Marche

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

In redazione
Lucia Conti
Ester Maragò
Giovanni Rodriquez

Collaboratori
Eva Antoniotti (Ordini e professioni)
Gennaro Barbieri (Regioni)
Ivan Cavicchi (Editorialista)
Fabrizio Gianfrate (Editorialista)
Ettore Mautone (Campania)
Maria Rita Montebelli (Scienza)
Claudio Risso (Piemonte)
Edoardo Stucchi (Lombardia)
Vincino (Vignette)

Contatti
info@qsedizioni.it


Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy