Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Giovedì 18 LUGLIO 2019
Piemonte
segui quotidianosanita.it

Asl Novara. Snack a scuola: un'occasione per promuovere salute. Il progetto del Liceo Bellini

Il progetto è illustrato, in un'intervista, da Patrizia Grassi, Dirigente Medico del Servizio Igiene degli Alimenti e della Nutrizione, Area Nutrizione, del Dipartimento di Prevenzione. “Utilizzare i distributori automatici per favorire l'adozione di sani stili di vita permette di usare in modo integrato diversi mezzi di promozione della salute, associando a strumenti di informazione e comunicazione, la possibilità di scegliere alimenti salutari”.

19 GEN - Apporti eccessivi o sbilanciati di energia, grassi saturi, sale e zuccheri rappresentano, secondo l’Oms (Organizzazione Mondiale della Sanità), fattori di rischio per malattie croniche (cardiovascolari, obesità, diabete ed alcune forme di tumori) .
Negli ultimi decenni si è verificato un progressivo incremento del contenuto di zuccheri, grassi e sale in diversi alimenti, non solo per un aumento medio dei contenuti, ma anche per la progressiva crescita delle porzioni. Tra gli alimenti maggiormente interessati da questa crescita vi sono molti prodotti consumati da adulti, adolescenti e bambini nei “fuori pasto”. Ne abbiamo parlato con Patrizia Grossi, Dirigente Medico del Servizio Igiene degli Alimenti e della Nutrizione (SIAN) – Area Nutrizione - del Dipartimento di Prevenzione dell’Asl NO.

Come nasce l’idea di impiegare i distributori automatici per orientare le scelte alimentari verso cibi sani?
Utilizzare i distributori automatici per favorire l'adozione di sani stili di vita permette di usare in modo integrato diversi mezzi di promozione della salute, associando a strumenti di informazione e comunicazione, la possibilità di scegliere alimenti salutari. Uno dei mezzi più immediati per favorire l'adozione di sani stili di vita è il ricorso ai distributori automatici, presenti sia in molte realtà lavorative, sia negli ambienti scolastici dove è possibile fare uso, in modo integrato, diversi mezzi di promozione della salute, associando a interventi di informazione e comunicazione la possibilità di scegliere alimenti salutari. Il Servizio di Igiene degli alimenti e nutrizione dell’Asl NO di Novara ha realizzato con il Liceo delle scienze umane Bellini di Novara un progetto, iniziato nel 2012 e ancora in atto, per la distribuzione a scuola di alimenti salutari.


Perché?
L’iniziativa è nata dalla volontà della scuola di fornire agli studenti la possibilità di consumare alimenti sani e bilanciati anche fuori casa.
Il progetto ha previsto, nella fase iniziale, la progettazione congiunta con il Dirigente scolastico, il Referente del progetto per la scuola prof. Laise e la condivisione con il consiglio di Istituto di un percorso di sensibilizzazione sul consumo di snack a basso contenuto calorico e povero di grassi.

Come si articolato il progetto?
Inizialmente sono state coinvolte tutte le classi prime e seconde del Liceo, (13 classi di cui 6 prime e 7 seconde) alle quali sono stati indirizzati gli interventi tenuti dalla sottoscritta, con lo scopo di informare gli alunni sulle corrette abitudini alimentari, quali la colazione e il consumo di spuntini e bevande adeguati durante la permanenza a scuola. Parallelamente, il Dirigente Scolastico ha condiviso, con il Collegio Docenti e i Rappresentanti di Istituto, la scelta di modificare il contenuto dei distributori automatici.

Qual è stato il passo successivo?
Si è provveduto a predisporre un capitolato d’appalto per la scuola che prevedesse l’inserimento, su indicazioni dell’Asl, di alimenti sani tra cui frutta, yogurt, cracker di riso, barrette ai cereali e altri snack a basso contenuto di calorie (massimo di 150) e basso contenuto di grassi (non superiore ai 5 g)(4). La Ditta titolare dei distributori automatici installati c/o la scuola, coinvolta nel progetto, ha collaborato attivamente provvedendo a sostituire progressivamente gli snack abituali con altri più adeguati segnalati da cartelli e colori che attirassero l’attenzione degli studenti verso gli spuntini più sani. Per quanto riguarda la vendita di bevande la scelta forte è stata quella di mettere a disposizione solo acqua e succhi di frutta senza zucchero, eliminando le altre bevande zuccherate.

Qual è stato il risultato?
Merito del successo dell’iniziativa è sicuramente da ricercare nella condivisione del progetto in ambito scolastico, nel supporto tecnico del SIAN, nella disponibilità al cambiamento dimostrata dalla Ditta titolare dei distributori ma, anche, nella partecipazione attiva di alcuni studenti che sono stati coinvolti come “portatori di informazione”.

Il SIAN quali azioni ha messo in atto?
Il SIAN ha provveduto a fornire assistenza alla scuola attraverso la formazione degli studenti, l’informazione ai genitori e al collegio di Istituto e la consulenza alla Ditta per la composizione degli alimenti da inserire nei distributori automatici. Il progetto, iniziato tre anni fa al Liceo dalle Scienze Umane Bellini, ha favorito la sperimentazione di nuovi percorsi educativi anche in considerazione dell’entrata in vigore del nuovo orario scolastico 8/14, che prevede, per le scuole di secondo grado, una prolungata permanenza dei ragazzi a scuola e uno spostamento degli orari di consumo del pranzo, a volte oltre le ore 15. Per gli studenti pendolari, si è deciso di proseguire il progetto con l’intento di trovare mezzi e strategie per fornire ai ragazzi, tramite scelte alimentari adeguate, “minipasti” bilanciati, anche forniti dalla scuola, nell’intervallo del mezzogiorno per favorire un buon apporto energetico nella giornata.

Progetti per il futuro?
Per l’anno scolastico 2015-2016 la Ditta ha previsto l’inserimento, nei distributori automatici, di panini integrali, pizza e focaccia semplice, a grammatura e calorie controllati, su indicazione del SIAN, in modo da fornire un servizio agli studenti mantenendo la salute al centro delle scelte alimentari. La Provincia di Novara, sull’esempio di questa esperienza, intende proporre lo stesso percorso, sempre in collaborazione con il SIAN dell’Asl NO, agli altri Istituti scolastici di secondo grado del territorio di Novara per poter raggiungere un sempre maggior numero di soggetti. L’obiettivo è quello di favorire uno stile di vita mirato al consumo consapevole di alimenti protettivi quali frutta e verdura e alimenti a basso contenuto di grassi, zucchero e sale come consigliano le indicazioni dell’Oms. Utilizzare i distributori automatici consente, non solo di entrare in contatto con un numero molto elevato di persone, ma anche di intervenire nel momento stesso in cui si sceglie quali alimenti consumare, potenziando quindi l’efficacia dei messaggi di sensibilizzazione nell’orientare i comportamenti.

Suggerimenti da darci…
Qualche consiglio utile a tutti:
avere una alimentazione regolare (colazione, pranzo e cena,
consumare almeno 5 porzioni al giorno tra frutta e verdura (2+3)
praticare attività fisica regolare (anche la camminata fa bene)
consumare spuntini con pochi grassi (non superare i 5 g a porzione) e con poche calorie (non superare le 150 calorie a porzione)
poco sale (limitare affettati e formaggi e utilizzare spezie e aromi per insaporire)
poco zucchero (le bevande zuccherate solo occasionalmente)
 

19 gennaio 2016
© Riproduzione riservata


Altri articoli in QS Piemonte

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy