Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Giovedì 19 SETTEMBRE 2019
Piemonte
segui quotidianosanita.it

Savigliano. Progetto “cura del sé”: estetiste a disposizione delle pazienti per migliorare il loro aspetto fisico

L’attività sarà svolta presso la “Casa Azzurra” di via Cavallotta 5 a Savigliano, confiscata dalla Guardia di Finanza ai nomadi, concessa dal Comune in comodato gratuito all’associazione Diapsi e trasformata in un centro di riabilitazione psichiatrica gestito dall’associazione, in collaborazione con il Dipartimento di Salute Mentale della Asl CN1

23 GEN - Da fine gennaio il progetto “cura del sé”, portato avanti negli anni dagli educatori del territorio nell’area Nord del dipartimento di Salute Mentale dell’Asl CN1, si arricchirà della collaborazione volontaria delle estetiste che fanno capo a un Centro estetico di Savigliano.
 
L’attività sarà svolta presso la “Casa Azzurra” di via Cavallotta 5 a Savigliano, confiscata dalla Guardia di Finanza ai nomadi, concessa dal Comune in comodato gratuito all’associazione Diapsi e trasformata in un centro di riabilitazione psichiatrica gestito dall’associazione, in collaborazione con il Dipartimento di Salute Mentale dell’Asl CN1. Il potenziamento del progetto in un’ottica dipartimentale permetterà l’incontro tra pazienti e operatori di Savigliano, Fossano e Saluzzo durante momenti organizzati ad hoc.
 
“È esperienza comune che all’insorgere di sintomi e segni di una malattia psichiatrica - spiega la psichiatra Laila Melli - il soggetto che ne è colpito possa trascurare pratiche quotidiane di cura del sé. Riacquisire competenze idonee rispetto alla cura del proprio corpo può pertanto costituire un netto miglioramento della qualità della vita del paziente psichiatrico”.

 
“Si intende regalare, alle donne che vi partecipano, un momento dedicato a loro, esterno agli ambienti istituzionali normalmente frequentati dai pazienti – spiegano gli educatori di riferimento – ci proponiamo di creare occasioni per migliorare la cura del loro aspetto fisico attraverso occasioni di socializzazione, formazione e momenti ‘normalizzanti’”.
 
Il percorso prevede alcuni momenti formativi per gli operatori e diversi momenti comuni per i pazienti sulle tematiche relative alla cura del corpo, come occasione di benessere psicofisico.
“Le pazienti –  spiegano alla Diapsi – grazie all’esperienza pluriennale delle operatrici del Centro Becos potranno ampliare le loro competenze per quanto riguarda alcune semplici pratiche di cura del sé (manicure, cura del viso, …) che verranno poi rafforzate e mantenute nel tempo, con la presenza costante degli educatori professionali del territorio”.

23 gennaio 2019
© Riproduzione riservata


Altri articoli in QS Piemonte

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy