Quotidiano on line
di informazione sanitaria
21 APRILE 2019
Piemonte
segui quotidianosanita.it

Batzella (Moderati) lancia petizione a sostegno dei medici precari del 118 del Piemonte

La consigliera regionale dei Moderati, Stefania Batzella, ha lanciato una petizione su Change.org per dire ‘Sì’ alla stabilizzazione dei medici precari del 118 e per chiedere al Governo di non bocciare il provvedimento approvato a dicembre. “L'obiettivo è anche quello di sensibilizzare i piemontesi su questo tema”.

25 FEB - "La consigliera regionale dei Moderati, Stefania Batzella, ha lanciato una petizione su Change.org per dire ‘Sì’ alla stabilizzazione dei medici precari del 118 e per chiedere al Governo di non bocciare il provvedimento approvato a dicembre. L'obiettivo è anche quello di sensibilizzare i piemontesi su questo tema". A darne notizia, un comunicato dei Moderati.
 
Il testo della petizione
 
Il 15 febbraio il Governo ha impugnato davanti alla Corte Costituzionale il provvedimento con cui la Regione Piemonte stabilizza gli oltre 80 medici che lavorano sulle ambulanze del 118 con contratti a tempo determinato.
La Regione ha deciso di stabilizzare questi medici inserendo un articolo, il numero 135, nella “Legge annuale di riordino dell'ordinamento regionale” (la cosiddetta legge “Omnibus”), che è stata approvata il 17 dicembre del 2018 dal Consiglio regionale.
Con questo provvedimento si dà l’opportunità di un lavoro a tempo indeterminato ai quei medici che da molto tempo – in qualche caso anche 10 anni - lavorano al 118 e che quotidianamente ci salvano la vita, con spirito di sacrificio, con professionalità e totale abnegazione.

La stessa procedura è stata seguita da Liguria, Toscana ed Emilia Romagna e il Piemonte già in passato aveva stabilizzato altri medici del 118. In quei casi non c'è stata alcuna impugnazione.
Non era mai accaduto che un Governo si opponesse alla lotta al precariato. Questa volta, invece, lo ha fatto, adducendo motivazioni di carattere squisitamente tecnico, sostenendo che questa legge viola una serie di cavilli giuridici.
Invece di risolvere questi presunti problemi e dare stabilità agli 80 medici precari, quindi, ha deciso di bloccare la legge. E ora i nostri medici restano precari.
I medici del 118 devono essere stabilizzati, hanno diritto a un lavoro sicuro. Se stiamo male, se abbiamo un incidente sappiamo di poter contare su di loro sempre. E adesso hanno bisogno di noi.
Per questa ragione è importante far sentire la nostra voce!
Chiediamo che il Governo sostenga questo provvedimento e non volti la testa dall’altra parte.
Firma anche tu la petizione per dire ‘Sì’ alla stabilizzazione dei medici precari del 118!
 
Il comunicato dei medici precari del 118 comparso su Facebook.

25 febbraio 2019
© Riproduzione riservata


Altri articoli in QS Piemonte

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy