Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Venerdì 18 OTTOBRE 2019
Piemonte
segui quotidianosanita.it

Asl Vercelli. ‘Who wants to live forever’: la campagna social per dire sì alla donazione di organi

Presentata la campagna di comunicazione della Asl di Vercelli per promuovere le dichiarazioni di volontà alla donazione degli organi: #hosceltoprima è l’hashtag da utilizzare “per favorire la condivisione di una scelta che può diventare virale, superare i confini regionali ed estendersi a macchia d’olio in tutta Italia”.

01 APR - "Scegliere. È una delle parole chiave che caratterizza la campagna di comunicazione promossa dall’Asl di Vercelli per dire SÌ alle alla donazione di organi in occasione della giornata nazionale che si celebra in tutta Italia il 14 Aprile. L'azienda ha scelto di essere in prima linea creando una campagna ad hoc che punta sul valore della libertà, sulla decisione motivata dalla conoscenza e dalla consapevolezza". È quanto si legge in una nota della Asl di Vercelli.
 
“'Who wants to live forever': un’esortazione e un invito per dare alla propria vita un’intonazione speciale - prosegue la nota -, partendo dalla convinzione che dire SÌ alla donazione sia una occasione straordinaria affinché la musica della vita non smetta di suonare".
 
"La foto che fa da sfondo è stata scattata da Aina Rigazio, dipendente dell’Asl di Vercelli con la passione per la fotografia; due mani: una che stringe e l'altra che si fa sostenere, per richiamare il significato della donazione come un passaggio di testimone - aggiunge la nota -, un supporto indispensabile per andare avanti e senza il quale la vita non può continuare".
 
"Una campagna che sarà diffusa con diversi strumenti - spiega l'Azienda -: cartacei, ma anche e soprattutto digitali e che punta a favorire una forte condivisione via social. Chi si recherà a dichiarare la propria volontà e avrà scelto per il SI se lo desidera potrà condividere con noi la sua scelta. Come? Scattando un selfie dopo il SÌ e postandolo sui propri canali social citando con un tag l’Asl di Vercelli e richiamando #hosceltoprima. L’obiettivo è favorire la partecipazione e il passaparola virtuale di chi ha scelto, di chi ci mette la faccia e con essa il cuore e lo spirito. #hosceltoprima è l’hashtag che lanciamo in rete per favorire la condivisione di una scelta che può diventare virale, superare i confini regionali ed estendersi a macchia d’olio in tutta Italia".
 
"L’Asl di Vercelli è sede di coordinamento locale per i prelievi, l’attività che consente di far sì che organi salvavita possano raggiungere i centri trapianto ed essere donati a chi li sta aspettando con ansia per ritrovare la speranza. Nel 2018 - ha evidenziato il dott. Giuseppe Barbarello, coordinatore per i prelievi di organi e tessuti dell’Asl di Vercelli - sono stati eseguiti 50 prelievi di cornee (da 25 donatori) e 2 donazioni multiorgano ( 2 fegati e 4 reni). Nei primi tre mesi del 2019 abbiamo registrato 14 donazioni di cornee (da 7 donatori), 2 prelievi multiorgano (2 fegati e 2 reni) e un multitessuto (valvole cardiache e cute)".
 
"Nella provincia di Vercelli sono 68 i comuni che hanno aderito al progetto 'Una Scelta in Comune': i dati estratti dal Sistema Informativo Trapianti alla data del 29 marzo 2019 mostrano che su 164.383 abitanti nei comuni interessati ci sono stati 7384 consensi e 1782 opposizioni. Una percentuale di adesione al SÌ che raggiunge dunque più dell’80% della popolazione. Tuttavia - aggiunge l'Azienda - analizzando i dati dei singoli comuni, in rapporto al numero di abitanti e alle dichiarazioni espresse, si può notare come vi siano percentuali di dichiarazioni ancora basse e forti differenze. Da qui l’importanza di una campagna voluta per richiamare l’invito alla scelta".
 
“Come Asl Vercelli - ha sottolineato il direttore generale Chiara Serpieri - abbiamo voluto ideare e sostenere questa campagna perché siamo certi del valore salva vita che la donazione ha per i pazienti in attesa di un organo e al tempo stesso del significato di questo gesto come atto di responsabilità. L’Asl ha il dovere di informare e alimentare la consapevolezza dei cittadini; poi saranno loro a scegliere, ma noi abbiamo il compito di fornire tutti gli strumenti affinché tale decisione sia presa con coscienza e consapevolezza”.
 
“Scegli perché - come sottolineato dalla dott.ssa Anna Guermani, responsabile del Coordinamento Regionale delle Donazioni e dei Prelievi di organi e tessuti per la Regione Piemonte e Valle D’Aosta - è un tuo diritto ed esercitandolo solleverai anche i tuoi familiari qualora dovessero mai trovarsi nella condizione di dover prendere questa decisione in un momento difficile”.
 
"Ricordiamo - sottolinea la nota - che la dichiarazione di volontà si può esprimere: attraverso una dichiarazione scritta (tesserino o testamento olografo) che il cittadino porta con sé fra i propri documenti; con la registrazione della propria volontà presso le Asl (in Asl VC presso tutte le sedi di scelta/revoca); registrazione della propria volontà presso le anagrafi dei comuni che hanno attivato il sistema al momento del rilascio/rinnovo del documento di identità oppure registrando la propria volontà iscrivendosi all’AIDO, Associazione Italiana Donatori di Organi". 
 


01 aprile 2019
© Riproduzione riservata


Altri articoli in QS Piemonte

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy