Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Sabato 14 DICEMBRE 2019
Piemonte
segui quotidianosanita.it

Promuovere la salute dei giovani. Dalla Asl Vercelli tre progetti per le scuole

Il progetto di punta di quest'anno è "Un patentino per lo smartphone" per promuovere l'uso consapevole dello smartphone e prevenire iil cyberbullismo. Poi “SiRene conosci i tuoi reni”  per la prevenzione delle malattie renali e “Ascolta il tuo cuore” per accendere i riflettori sulla prevenzione delle malattie cardiovascolari.

17 OTT - Prosegue l’impegno dell’ASL di Vercelli per la promozione della salute e del benessere nelle giovani generazioni attraverso le scuole. Tra i diversi progetti presentati agli istituti una particolare attenzione è dedicata alla promozione delle “life skills” per supportare i ragazzi a far crescere quelle competenze che li aiutano a fare “scelte san” in preadolescenza e adolescenza.
 
Il progetto di punta di quest’anno, illustra la Asl in una nota, è "Un patentino per lo smartphone" per promuovere l'uso consapevole dello smartphone e in particolare prevenire il suo utilizzo in episodi di cyberbullismo. Si rivolge agli studenti del primo anno delle scuole secondarie di 1° grado e fa parte dei progetti "In Cordata" del catalogo ASL VC A.S. 2019/20.

“L'avvento delle nuove tecnologie ed il loro impatto per ognuno di noi – ed in particolare per i cosiddetti "nativi digitali" – non può essere ignorato nei suoi significati, nelle sue potenzialità così come nei suoi rischi”, sottolinea la Asl nella nota. “La tematica non può che interessare gli educatori, il mondo della scuola e la sanità pubblica. Molti genitori a loro volta, nel decidere se regalare lo smartphone al loro figlio, si domandano quale potrà esserne l'uso e quali le conseguenze, quale sia l'età "giusta", quali possano essere le regole e i limiti d'utilizzo. Ecco quindi l'idea di costruire un percorso educativo che porti una maggiore consapevolezza dell'uso ed ad una responsabilizzazione”.


Similmente a quanto avviene con il motorino, per cui è necessario conoscere il codice della strada e superare un esame, anche per lo smartphone sarà consegnato ad ogni studente un patentino ottenuto dopo aver frequentato un corso tenuto dall'insegnante (a sua volta formato). La famiglia, d'altro canto, è chiamata a sottoscrivere un "contratto" a responsabilità condivisa che delinea le regole d'uso dello smartphone.

L'attività, proposta a tutte le Asl del Piemonte - già sperimentata nel Verbano-Cusio-Ossola e a Torino - prevede un corso di formazione per insegnanti che integri tre prospettive differenti: le leggi e le regole, il possibile impatto sulla salute e il funzionamento dei dispositivi, la media education e la promozione della salute. Successivamente i docenti formerranno a loro volta gli studenti e, in conclusione del percorso, dopo che le famiglie avranno firmato il "contratto", sarà organizzata una cerimonia in presenza di tutti i partner per la consegna dei patentini agli studenti.
 
Un altro ambito di attività è quello dedicato ai progetti volti a prevenire malattie specifiche per le quali è importante fare prevenzione fin da giovani. “SiRene conosci i tuoi reni"  è un progetto per la prevenzione delle malattie renali. Rivolto alle seconde classi delle scuole secondarie di 1° grado, questo progetto prevede un incontro in classe con un esperto e la partecipazione ad un concorso a premi. Ogni classe partecipante potrà presentare degli elaborati sul tema (disegni, cartelloni, video, power point) che saranno poi valutati da una commissione. I primi tre riceveranno un premio in buoni acquisto messo a disposizione dall'Associazione Si.Rene, che collabora alla realizzazione del progetto.

“In Italia si stima che 8% della popolazione sia affetto da patologie renali, che spesso non sono conosciute. Le malattie renali sono subdole e tanto diffuse quanto pericolose. Colpiscono i reni in modo silenzioso e spesso progressivo, sino a provocare l’insufficienza renale cronica terminale, di fronte alla quale non resta che far ricorso alla dialisi o al trapianto. Il loro costo in termini umani ed economici è elevatissimo”, evidenzia la Asl.

L’obiettivo è diffondere negli studenti l”a consapevolezza che le malattie renali sono diffuse, pericolose, prevenibili e trattabili ed educarli alla prevenzione, cercando di diffondere la cultura del benessere e del corretto stile di vita. Fondamentale sarà anche sostenere esami di screening per la diagnosi precoce del danno renale e favorire la cultura della donazione di organi a scopo di trapianto”.
 
Tra le malattie su cui si vuole focalizzare l’attenzione per fare prevenzione vi sono anche quella cardiache. “Ascolta il tuo cuore" è un progetto che punta ad accendere i riflettori sulla prevenzione delle malattie cardiovascolari. Si rivolge alla Scuola Primaria e prevede incontri informativi sugli stili di vita, visite mediche per la misurazione di peso, altezza, BMI e pressione arteriosa. Inoltre i soggetti a rischio individuati potranno accedere ad un percorso facilitato di ulteriori test diagnostici in ospedale. L'attività è svolta dalla Pediatria in collaborazione con l'Associazione Alberto Dalmasso Onlus.
 
Per le scuole è ancora possibile aderire ai progetti mandando la scheda di adesione, reperibile sul sito dell'ASL VC all'indirizzo mail promozione.salute@aslvc.piemonte.it.

17 ottobre 2019
© Riproduzione riservata


Altri articoli in QS Piemonte

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy