Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Mercoledì 28 OTTOBRE 2020
Piemonte
segui quotidianosanita.it

Ospedale di Asti. Inaugurata la nuova area maxi emergenza in pronto soccorso

L’area maxi emergenze è dotata di 15 letti a pressione negativa, come le stanze di isolamento delle Malattie Infettive, garantendo, in tal modo, la massima sicurezza per pazienti ed operatori. Gli accessi sospetti Covid identificati al Pre-Triage potranno essere così gestiti attraverso un percorso dedicato, che eviterà il loro ingresso in Pronto Soccorso come richiesto dalle disposizione regionali e ministeriali.

16 SET - Attiva da lunedì 14 settembre la nuova area maxi emergenza del Pronto Soccorso dell’ospedale di Asti. Si tratta di uno spazio attrezzato con caratteristiche di terapia semi intensiva e che può essere adibito al trattamento di svariate tipologie di pazienti. In particolare, date le contingenze, sarà dedicato nelle prossime settimane alla gestione di eventuali criticità che dovessero ripresentarsi a causa del Covid-19.

“I lavori di adeguamento ed allestimento sono stati realizzati grazie al contributo economico della Cassa di Risparmio di Asti – sottolinea in una nota il Commissario straordinario Asl AT, Giovanni Messori Ioli – cui va il nostro ringraziamento per un supporto che non è mai mancato negli anni ed è particolarmente significativo ed importante in un periodo come quello che stiamo attraversando e superando gradualmente”.

L’inaugurazione si è svolta in forma ristretta con la partecipazione di Giorgio Galvagno e Carlo Mario Demartini, rispettivamente Presidente e Direttore della Cassa di Risparmio di Asti, e del sindaco Maurizio Rasero. Con loro il Commissario Messori Ioli e la Direttrice sanitaria d’Azienda, Tiziana Ferraris, accompagnati da alcuni primari, dirigenti e responsabili infermieristici Asl AT.


“Un risultato che ci rende orgogliosi - commentano Galvagno e Demartini – perché in linea con quello che da sempre è tra gli obiettivi della Cassa di Risparmio di Asti: supportare il territorio e le sue eccellenze. L’ospedale di Asti è certamente tra queste e da oggi ancora più strutturato per rispondere ai bisogni di salute della popolazione”.

L’area maxi emergenze è dotata di 15 letti a pressione negativa, come le stanze di isolamento delle Malattie Infettive, garantendo, in tal modo, la massima sicurezza per pazienti ed operatori. Gli accessi sospetti Covid identificati al Pre-Triage potranno essere così gestiti attraverso un percorso dedicato, che eviterà il loro ingresso in Pronto Soccorso come richiesto dalle disposizione regionali e ministeriali.

“I pazienti - spiega il primario del Pronto Soccorso, Gianluca Ghiselli - potranno essere visitati in sicurezza e, una volta effettuati gli accertamenti atti a verificarne l’eventuale positività, ricevere le cure necessarie per le prime ore di ricovero. Successivamente, verranno trasferiti al reparto di Malattie infettive”.

Una volta superata definitivamente l’emergenza Covid-19, spiega la Asl, “la nuova area potrà essere utilizzata per la gestione di qualsiasi altra situazione di particolare criticità, a beneficio, naturalmente, dell’intero ospedale di Asti”.

16 settembre 2020
© Riproduzione riservata


Altri articoli in QS Piemonte

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy