Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Venerdì 19 LUGLIO 2019
Provincia Autonoma di Trento
segui quotidianosanita.it

Trento. Indagine 'Okkio alla Salute'. Alimentazione bambini tra le migliori in Italia. Sono obesi solo il 6%, in sovrappeso il 17%

I valori medi nazionali sono infatti pari a 10% e 21% rispettivamente per obesità e sovrappeso. Gran parte delle scuole trentine (93%) offre un servizio di ristorazione scolastica, utilizzato da quasi tutti gli alunni (91%). Il 74% delle scuole ha inserito nelle attività curricolari iniziative legate alla nutrizione.

12 MAG - La situazione nutrizionale in età pediatrica in Trentino è una delle migliori in Italia, tuttavia un bambino ogni cinque presenta un eccesso ponderale: in particolare il 17% è in soprappeso e il 6% è obeso. I valori medi nazionali sono pari a 21% e 10% rispettivamente per sovrappeso e obesità, con un marcato gradiente nord-sud. La prevalenza di eccesso ponderale è stabile nel tempo (2009-2012), in Trentino, come in Italia, e non si osservano associazioni tra eccesso ponderale dei bambini e caratteristiche socio-demografiche come livello di istruzione dei genitori e zona abitativa (città o paese). Esiste, invece, un’associazione forte tra lo stato nutrizionale dei figli e quello dei genitori: figli di genitori obesi hanno maggiore probabilità di essere anch’essi obesi. E’ quanto emerge da ‘Okkio alla Salute’, il monitoraggio delle abitudini alimentari e dell’attività fisica nei bambini delle scuole primarie.

Il sistema di monitoraggio si basa su una raccolta dati nazionale, effettuata mediante questionari rivolti a un campione casuale di bambini delle classi terze elementari (8-9 anni), ai loro genitori ed insegnanti e ai dirigenti scolastici e attraverso la misura diretta di peso e altezza dei bambini. Quella del 2014 è la quarta indagine, in Italia hanno partecipato in totale 48.426 bambini e 2.672 classi, in provincia di Trento hanno partecipato 46 scuole, 845 bambini e 794 genitori.


Importante il riscontro relativo alla percezione dei genitori circa la condizione dei figli: il 47% dei bambini in sovrappeso e il 5% dei bambini obesi hanno la madre che ritiene che il loro peso sia giusto; il 75% dei bambini in sovrappeso e il 63% dei bambini obesi hanno la madre che ritiene che loro mangino il giusto o troppo poco; il 53% dei bambini non attivi ha la madre che ritiene che il figlio svolga sufficiente attività fisica, il 9% addirittura in quantità elevata. Gran parte delle scuole trentine (93%) offre un servizio di ristorazione scolastica, utilizzato da quasi tutti gli alunni (91%). Il 74% delle scuole ha inserito nelle attività curricolari iniziative legate alla nutrizione. La distribuzione ai bambini di frutta, latte o yogurt nel corso della giornata può essere migliorata, poiché tale attività è presente solo nel 50% delle scuole. Idem per l'attività motorio curricolare: solo il 54% delle scuole svolge le due ore settimanali raccomandate.

Per quanto riguarda l’alimentazione, la maggioranza dei bambini trentini fa una colazione adeguata e mangia quotidianamente frutta e verdura, tuttavia: 3 bambini su 10 non fanno una colazione adeguata; 3 bambini su 10 non fanno una merenda di metà mattina adeguata e 1 su 10 non la fa per niente; 9 bambini su 10 non mangiano le 5 porzioni di frutta e verdura quotidiana raccomandate; 3 bambini su 10 consumano bevande zuccherate una o più volte al giorno. In merito all’attività fisica in Trentino quasi tutti i bambini (8 su 10) hanno giocato all'aperto il giorno precedente all'indagine e quasi la metà ha praticato attività sportiva. Fra gli aspetti critici: 1 bambino su 5 guarda la tv e/o usa videogiochi per 2 ore o più al giorno;1 bambino su 5 ha la tv in camera.
 

12 maggio 2015
© Riproduzione riservata


Altri articoli in QS P.A. Trento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy