Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Lunedì 18 NOVEMBRE 2019
Provincia Autonoma di Trento
segui quotidianosanita.it

Orario di lavoro. A Trento mancano 200 infermieri e 75 medici. Ipasvi: “Aumentare gli organici riducendo gli sprechi”

Il Collegio provinciale degli Infermieri inteviene alla vigilia dell’entrata in vigore delle nuove disposizioni europee. “Il focus centrale del problema è la qualità e la sicurezza delle prestazioni sanitarie erogate al cittadino". Da qui l’appello per “valorizzare e sostenere il patrimonio umano” incidendo, invece, sugli “sprechi”.

24 NOV - Il Collegio provinciale di Trento degli infermieri Ipasvi interviene alla vigilia dell’entrata in vigore delle nuove disposizioni di legge sui turni di lavoro sottolineando come in Trentino, “in base alle stime e stante l‘attuale dotazione di personale e senza una modifica degli orari in essere, per garantire l’operatività dei servizi h24, dovrebbero essere assunti circa 200 infermieri e 75 medici”. "Nel caso si optasse per questo aumento di organico, il bilancio provinciale destinato alla Sanità dovrebbe essere profondamente rivisto".  

Gli infermieri mettono però in guardia dai tagli lineare. “Il focus centrale del problema è la qualità e la sicurezza delle prestazioni sanitarie erogate al
cittadino". "Sicurezza e qualità - prosegue l"Ipasvi - possono essere garantite solamente attraverso una rivisitazione complessiva della spesa pubblica e dei risultati raggiunti, definiti in termini di salute (riduzione degli incidenti e degli errori, appropriatezza delle attività assistenziali, riduzione delle morti evitabili)”. Per l’Ipasvi, dunque, “è indispensabile ripensare alle modalità di riduzione della spesa”. Ma “invece dei tagli lineari, nel mirino devono finire gli sprechi, puntando sulla capacità di innovare, valorizzare e sostenere il patrimonio umano presente sul nostro territorio".  

24 novembre 2015
© Riproduzione riservata


Altri articoli in QS P.A. Trento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy