Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 20 OTTOBRE 2020
Provincia Autonoma di Trento
segui quotidianosanita.it

Il comparto scende in piazza a settembre. Tra le richieste, nuove assunzioni e risorse per il contratto

Cisl Fp, Fenalt, Nursing up e Uil Fpl Sanità convocano i lavoratori per il 4 settembre sotto il palazzo della Giunta provinciale. “E’ assolutamente necessario intervenire con adeguate assunzioni di personale per garantire il benessere organizzativo ad un personale ormai stanco e stressato dall’emergenza covid”. Tra i nodi da sciogliere anche la riorganizzazione dell'assistenza e il riconoscimento del tempo di vestizione

30 LUG - Non si placano le polemiche con i sindacati del comparto sanità trentino per i quali restano ancora irrisolti alcuni nodi importanti: adeguare le assunzioni del personale sanitario a garanzia del benessere organizzativo dei lavoratori, rifinanziare e rinnovare il contratto sanità 2019/2021, allargare la platea dei beneficiari del bonus Covid-19 nella sanità pubblica e quella privata, essere coinvolti dalla Provincia nei processi di riorganizzazione ospedaliera e territoriale, anche a fronte delle mutate esigenze del sistema a causa del diffondere dell’epidemia. Questi alcuni dei punti più importanti che Cisl Fp, Fenalt, Nursing up e Uil Fpl Sanità hanno sollevato alla giunta Fugatti e all’Assessore alla salute, politiche sociali, disabilità e famiglia, Stefania Segnana.  

“E’ assolutamente necessario intervenire con adeguate assunzioni di personale per garantire il benessere organizzativo – spiegano Pallanch Giuseppe di Cisl Fp, Paolo Panebianco di Fenalt, Cesare Hoffer di Nursing Up, e Varagone Giuseppe di Uil FP - ad un personale ormai stanco e stressato dall’emergenza covid, potenziando nel contempo i servizi territoriali e le terapie intensive. Nell’assestamento di bilancio attualmente in discussione chiediamo il rifinanziamento del contratto sanità 2019/2021, atteso che la Giunta di Trento ha sottratto alla contrattazione  20 milioni già stanziati in precedenza”.


“Per noi – continuano i sindacati – resta sempre una questione di giustizia ed equità l’allargamento dell’attuale platea dei beneficiari del bonus Covid-19 nella sanità pubblica e privata che, in prima battuta, è stato escluso del 70% del personale”.

Sempre secondo le sigle sindacali, Cisl Fp, Fenalt, Nursing up e Uil Fpl, altro tema spinoso ed irrisolto, il mancato riconoscimento del tempo per il cambio della divisa, in armonia con il contratto nazionale del settore. I sindacati chiedono ulteriormente di essere coinvolti dalla Provincia nei processi di riorganizzazione ospedaliera e territoriale, anche a fronte delle mutate esigenze del sistema a causa del diffondere dell'epidemia coronavirus.

Per l’occasione, è stata organizzata dalle quattro sigle sindacali una manifestazione di protesta per venerdì 4 settembre, alle ore 15.30, sotto il palazzo della della Giunta provinciale.

Endrius Salvalaggio

30 luglio 2020
© Riproduzione riservata


Altri articoli in QS P.A. Trento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy