Quotidiano on line
di informazione sanitaria
21 LUGLIO 2019
Puglia
segui quotidianosanita.it

Emiliano presenzia a cerimonia per firma contratto di stabilizzazione dei precari della sanità a Foggia

Il presidente Emiliano presente alla cerimonia per la firma del contratto. “Finalmente dopo più di dieci anni abbiamo stabilizzato 105 lavoratori precari della Asl di Foggia. Stessa bellissima notizia per 40 infermieri e 3 medici degli Ospedali Riuniti”. E presto le assunzioni di 2000 medici 3000 operatori sanitari.

19 OTT - “Finalmente dopo più di dieci anni abbiamo stabilizzato 105 lavoratori precari della sanità di Foggia. Stessa bellissima notizia per 40 infermieri e 3 medici degli Ospedali Riuniti di Foggia precari da anni e che finalmente da oggi hanno avuto la stabilizzazione grazie al nostro impegno”. Lo ha detto il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano da Foggia in occasione della stabilizzazione del personale precario della ASL (con lavoratori precari anche da 14 anni) e degli Ospedali Riuniti di Foggia.

Lo avevamo detto e lo abbiamo fatto - ha proseguito Emiliano - È una giornata molto importante per tante persone che hanno consentito il funzionamento delle nostre strutture sanitarie senza avere per anni un contratto al quale avevano diritto. Finalmente grazie al risanamento delle finanze della sanità pugliese e al piano di riordino abbiamo raggiunto questo obiettivo. Senza il piano di riordino non ci avrebbero autorizzato a fare queste stabilizzazioni e nemmeno le assunzioni di 2000 medici e 3000 operatori sanitari che stiamo per inserire nel nostro sistema”.

Per Emiliano “è una grande soddisfazione perché questa è gente motivata, che ci ha dato già tantissimo. Immaginate che in soli due anni abbiamo recuperato dieci posti nei livelli essenziali di assistenza (LEA) e da essere la penultima regione italiana siamo nella parte alta della classifica. E questo lo abbiamo fatto con 15.000 unità di personale in meno di 800 milioni di euro di Fondo sanitario in meno rispetto all'Emilia Romagna, che ha più o meno gli stessi nostri abitanti. Quindi questi ragazzi  e queste ragazze hanno fatto miracoli. E adesso si godano la loro stabilizzazione”.


Stabilizzazione, per il presidente, significa anche che “potranno pensare a mettere su famiglia e ad alzare gli indici di natalità della Puglia che l'anno scorso ha fatto meno figli che nel 1860. Il lavoro è fondamentale per dare un futuro alla nostra Regione e mi auguro ovviamente che con la immissione del nuovo personale i nostri sogni di portare ancora più in alto il sistema sanitario pugliese possano essere raggiunti”.

Il governatore si è poi soffermato sugli Ospedali Riuniti Policlinico di Foggia, che “stanno facendo un lavoro straordinario dal punto di vista della riorganizzazione e delle sinergie tra la Facoltà di Medicina. Ci auguriamo anche a brevissimo di dotare questa importantissima provincia di una struttura sanitaria all'altezza del compito. Tutto questo lo abbiamo ottenuto in soli tre anni di lavoro”.

“Un pomeriggio per condividere – commenta il direttore generale della Asl di Foggia Vito Piazzolla - un momento importante nella vita di questi lavoratori e delle loro famiglie, a conclusione di un percorso complesso che sta permettendo a tante lavoratrici e tanti lavoratori di valorizzare a pieno la propria professionalità e realizzare le aspirazioni legittime di un lavoro stabile. Assicurare stabilità ai nostri professionisti è un modo per motivare ulteriormente personale già formato, non disperdere il patrimonio di professionalità e competenze acquisito negli anni e potenziare, di conseguenza, l’assistenza sanitaria”.

Gli interessati alla trasformazione del contratto di lavoro da tempo determinato a tempo indeterminato sono 40 Infermieri Professionali e 3 Dirigenti Medici, della disciplina di Ostetricia e Ginecologia, di Geriatria e di Chirurgia Pediatrica” ha dichiarato il Direttore Generale Dott. Vitangelo Dattoli che ha espresso “ampia soddisfazione per aver raggiunto un grandissimo risultato per la valorizzazione dell’esperienza professionale e la realizzazione delle legittime aspirazioni dei dipendenti della sanità, in conformità con l’attenzione che il Presidente della Regione Puglia ha dato per la soluzione di questo problema”.

19 ottobre 2018
© Riproduzione riservata


Altri articoli in QS Puglia

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy