Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Lunedì 27 GIUGNO 2022
Regioni e Asl
segui quotidianosanita.it

M5S: “Passa una legge codarda e sbagliata”


30 NOV - “Oggi si è persa l'occasione di correggere alcune strutture del nostro sistema sanitario. Non è stata approvata una riforma della sanità, ma un proseguo degli errori del passato. Purtroppo con questa (non) riforma i cittadini continueranno a trovarsi senza medici di base, con liste d'attesa lunghissime, e quindi dovranno ricorrere al privato per farsi curare. Abbiamo provato in tutti i modi a far capire alla maggioranza quali fossero gli errori inseriti in questa legge: purtroppo passa oggi una legge piena di parole sbagliate”. Questo il commento, dai social, del Movimento 5 Stelle Lombardia in merito all’approvazione della riforma sanitaria regionale.

 
In un precedente post il M5S, dichiarando voto contrario, aveva parlato di “una legge sbagliata, che non farà che aggravare i problemi che già esistono. Era l’occasione storica per fare la cosa giusta. Oggi non stiamo votando una riforma, ma un proseguo degli errori del passato. Perché il centrodestra non ha il coraggio di ammettere il vostro fallimento alla prova dei fatti. Oggi si conclude una maratona, dove a correre sono state però solamente le minoranze. Per questo siamo orgogliosi di ogni momento, di ogni parola pronunciata. Perché spesi nel tentativo di rimediare agli errori commessi dal centrodestra. Il M5S ha presentato tre proposte di legge e oltre 4mila emendamenti. Volevamo sentire la maggioranza difendere punto per punto, articolo per articolo questo disegno di legge. Loro hanno solo ascoltato, raramente e distrattamente, senza purtroppo mai entrare nel merito. Dovevano spiegarci, ad esempio, perché nel loro modello pubblico e privato devono avere stessi diritti e doveri, ma non le stesse remunerazioni”.

“La maggioranza - conclude il M5S Lombardia - si vanta della possibilità di aver introdotto la possibilità di scegliere fra pubblico e privato, non si tratta di una libera scelta piuttosto di un’alternativa a pagamento. Volevamo capire come accorciare le liste d’attesa, ma da chi inadeguatamente amministra questa Regione abbiamo avuto solo silenzio”.

 

30 novembre 2021
© Riproduzione riservata
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy