Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Lunedì 21 OTTOBRE 2019
Regioni e Asl
segui quotidianosanita.it

Sicilia. Accordo Regione-Federanziani su assistenza agli over 65

Istituzione di un call center dedicato ai malati curati a casa, una migliore copertura sulla vaccinazione antinfluenzale e l’avvio di una campagna informativa per l’accesso alle cure. Questi i punti principali della collaborazione illustrata ieri alla presenza dell’assessore per la Salute, Massimo Russo.

31 LUG - L'istituzione di un call center per assistere i malati cronici e i disabili che sono curati nella propria casa con i "medical device", una migliore copertura della fascia degli aventi diritto alla vaccinazione e l'avvio di una campagna di informazione sulla prevenzione e sull'accesso alle cure per la popolazione siciliana. Sono i tre punti cardine della collaborazione tra l'assessorato della Salute della Regione e Federanziani, illustrata ieri in una conferenza stampa congiunta, alla presenza dell'assessore per la Salute, Massimo Russo e del presidente di FederAnziani, Roberto Messina.

Per dare ascolto alla popolazione non autosufficiente o che riceve cure domiciliari attraverso "medical device", ovvero dispositivi medici, nascerà un call center destinato a fornire assistenza telefonica a tali pazienti, monitorandone le condizioni di salute e raccogliendo le segnalazioni di eventuali criticità. Un passo "importante" per "avvicinare le istituzioni a quella fascia di popolazione, composta da anziani, disabili e malati cronici, che vive situazioni di estrema fragilità, necessitando di ancora maggiore attenzione da parte del servizio sanitario regionale".


Assessorato della Salute e FederAnziani stanno anche lavorando al miglioramento della copertura vaccinale antinfluenzale per i soggetti aventi diritto per raggiungere l'obiettivo del 75% fissato dal Ministero della Salute, percentuale non ancora raggiunta negli anni passati. Un obiettivo primario di prevenzione, considerato che la vaccinazione è l'unica difesa possibile contro la malattia influenzale che, negli anziani e nei malati cronici, può diventare causa di mortalità. Non solo: una più alta percentuale di copertura vaccinale, oltre a proteggere il singolo soggetto vaccinato, limitando la circolazione del virus, protegge anche coloro i quali non sono vaccinati e può portare a una sostanziale riduzione dei ricoveri ospedalieri e del ricorso al medico curante. Si calcola che la popolazione siciliana degli over 65 (18,4% del totale) sia pari a poco più di un milione di abitanti.

È allo studio anche la possibilità - richiesta esplicitamente da FederAnziani - di ampliare la fascia di soggetti ai quali offrire attivamente e gratuitamente la vaccinazione antinfluenzale. Secondo studi scientifici, infatti, è nella fascia di età dai 60 anni in su che si registra la maggiore incidenza di malattie cardiocircolatorie, malattie croniche polmonari, malattie renali, ovvero di quelle condizioni sanitarie che comportano una maggiore fragilità dell'organismo.

Infine, FederAnziani si renderà parte attiva, insieme all'assessorato della Salute, di una campagna informativa, attraverso una serie di convegni nei centri anziani aderenti alla federazione dedicati a varie tematiche legate alla salute e alla prevenzione, parlando di vaccinazione, farmaci equivalenti e accesso ai servizi sanitari.
 

31 luglio 2012
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Regioni e Asl

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy