Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Giovedì 17 OTTOBRE 2019
Regioni e Asl
segui quotidianosanita.it

Lombardia. Fatto l'accordo con i medici di medicina generale

Mantenuto il finanziamento per tutti i Mmg che lavorano in gruppo e in rete, e che hanno assunto collaboratori. Confermato il finanziamento aggiuntivo di oltre 12 mln di euro per ampliamento orario di studio e quota aggiuntiva per il sabato mattina. Corti (Fimmg): "Assistenza ancora migliore". TUTTI I TESTI DEGLI ACCORDI.

07 DIC - Si è conclusa ieri la trattativa per il rinnovo dell'Accordo integrativo regionale (Air) che interessa i circa 7mila medici di medicina generale della Lombardia. "A partire dal momento di crisi e di spending review, che riguarda tutti i cittadini, l'Accordo rappresenta un consolidamento delle posizioni che la Fimmg ha sostenuto da sempre e che vanno nella logica di miglioramento dell'area cure primarie. A goderne di più saranno i cittadini che troveranno i medici di famiglia sempre più attrezzati e disponibili". Questo il commentato del segretario regionale di Fimmg Lombardia, Fiorenzo Corti, dopo la sigla dell'Accordo.

Entrando nel dettaglio (tutti i documenti allegati a fondo pagina) viene mantenuto il finanziamento per tutti i medici di medicina generale che lavorano in gruppo e in rete, e che hanno assunto collaboratori di studio e infermieri. Viene riconfermato il finanziamento aggiuntivo regionale di 12 milioni 800 mila euro per i Mmg che operano in gruppo e in rete, ampliando l'orario di studio e anche la quota aggiuntiva per chi lavora il sabato mattina. Sono inoltre riconfermati i 7 milioni destinati alla continuità assistenziale per il carico di lavoro aggiuntivo.


A disposizione, inoltre, 0,81 euro di quota capitaria (il direttore generale di una Asl di 1 milione di abitanti avrà a disposizione circa 800.000 euro) che dovranno essere finalizzati ad accordi x migliorare nelle Asl l'assistenza ai cittadini, in particolare privilegiando l'associazionismo, il personale di studio e l'assistenza domiciliare. È previsto un riconoscimento per l’uso di strutture informatiche. Esiste, infine, un taglio di finanziamento di circa 6 milioni che si riferisce sostanzialmente alla quota che fino alla fine di  quest’anno sarà riconosciuta per l’utilizzo del sistema Siss (Sistema informativo socio-sanitario).
 

07 dicembre 2012
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Regioni e Asl

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy