Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 23 LUGLIO 2019
Regioni e Asl
segui quotidianosanita.it

Abruzzo. Accolti ricorsi Regione su posti letto e budget a cliniche private

Il Consiglio di Stato ha accolto l'appello della Regione sui due decreti impugnati dalle cliniche private davanti al Tar che ne aveva sospeso gli effetti. Chiodi: “I nostri provvedimenti mirano a mantenere l'efficacia e l'efficienza del nostro Ssr nel rispetto della normativa nazionale”.

25 MAR - Il Consiglio di Stato ha accolto l'appello della Regione Abruzzo contro i due provvedimenti cautelari emessi dal Tar verso i decreti commissariali 25/2012 (rimodulazione dei posti letto) e 39/2012 (applicazione della spending review del Dl 95/2012 ai budget delle cliniche private per le prestazioni ospedaliere). I due decreti a firma del commissario ad acta, Gianni Chiodi, erano stati impugnati dalle cliniche private davanti al Tar che ne aveva sospeso gli effetti. La notizia è stata diffusa dallo stesso Commissario, dopo aver preso contezza del riconoscimento del Consiglio di Stato, della "correttezza dei metodi applicati sia nella rimodulazione dei posti letto e sia nella rideterminazione dei tetti di spesa per il 2012".

"Ancora una volta - ha commentato Chiodi - il Consiglio di Stato ci dà ragione, a prova che i nostri provvedimenti mirano a mantenere l'efficacia e l'efficienza del nostro Sistema sanitario regionale nel rispetto della normativa nazionale, e nella garanzia dell'erogazione di prestazioni essenziali per la tutela del diritto alla salute". Si ricorda che con il decreto 25/2012, il Commissario ad Acta procedeva, secondo i criteri definiti con deliberazione commissariale n. 45/2010 con cui aveva determinato l'effettivo fabbisogno regionale delle prestazioni sanitarie ospedaliere, attraverso l'analisi delle Schede di dimissione ospedaliera (Sdo) dei ricoveri ordinari e di Day Hospital della popolazione residente, alla rimodulazione dei posti letto afferenti alle case di cura private, provvisoriamente accreditate insistenti sul territorio regionale.

Tale rimodulazione si conforma ai contenuti dell'odierno Patto Per la Salute 2010-2012 secondo cui "le Regioni si impegnano ad adottare provvedimenti di riduzione dello standard di posti letto ospedalieri accreditati ed effettivamente a carico del Servizio Sanitario Nazionale non superiore al 4 per mille comprensivo dello 0,7 per mille per la riabilitazione e la lungodegenza post acuzie". Con il decreto 39/2012, il Commissario ad Acta, ridefinisce i tetti di spesa per il 2012 per l'ospedalità, conseguenza dell'applicazione delle decisioni del Governo sulla "revisione della spesa pubblica con invarianza dei servizi ai cittadini". In entrambi i casi il Tar aveva sospeso gli effetti dei provvedimenti ma le sentenze sono state ribaltate dal Consiglio di stato.
 

25 marzo 2013
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Regioni e Asl

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy