Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Sabato 19 OTTOBRE 2019
Regioni e Asl
segui quotidianosanita.it

Lazio. Asl Rm/F. Raggiunto accordo sul ruolo unico della Medicina Generale

L'intesa riguarda i medici di Continuità Assistenziale (per il passaggio a 38 ore settimanali), i medici dei Servizi (con la possibilità di aumentare il monte ore o raggiungere il tempo pieno con incarico di CA), i medici di Assistenza Primaria, i giovani medici inseriti in graduatoria regionale e chi è in possesso del titolo di formazione per la Medicina Generale.

21 MAR - Raggiunto l’accordo sul ruolo unico della Medicina Generale nella Asl RmF. L’intesa è frutto di una complessa trattativa svolta dalla Direzione Generale, Sanitaria e Amministrativa dell’Azienda sanitaria, su proposta di Ermanno De Fazi, responsabile aziendale Ssmi - Area Convenzionata.
“La proposta ha sostenuto in toto l’idea del ruolo unico come modello di integrazione e completamento delle varie configurazioni contrattuali della Medicina Generale, orientato al raggiungimento del tempo pieno”, ha dichiarato De Fazi.

I destinatari dell’accordo, incaricati a tempo indeterminato o determinato ed in condizioni di compatibilità contrattuale, sono: i medici di Continuità Assistenziale (per il passaggio a 38 ore settimanali), i medici dei Servizi (con la possibilità di aumentare il monte ore o raggiungere il tempo pieno con incarico di CA), i medici di Assistenza Primaria (con basso numero di scelte), i giovani medici inseriti in graduatoria regionale e chi è in possesso del titolo di formazione per la Medicina Generale.

“L’impiego dei colleghi - ha sottolineato De Fazi - sarà rivolto ad attività ambulatoriali, svolte anche in orario diurno feriale con turni di 6 ore, sia presso il Posto di Primo Intevento (P.P.I.) in funzione 24h e destinato a diventare modulo aggiuntivo della Casa della Salute (Cds), sia nella gestione dei Percorsi Diagnostici Terapeutici dei pazienti cronici (moduli orari di 3 ore), in sinergia con i medici di Assistenza Primaria delle UCP territoriali, che presteranno parte delle loro attività oraria nella medesima struttura aziendale. Il compenso economico delle attività orarie è conforme a quanto previsto dall’ACN 2009, dall’AIR Lazio 2006 e dall’ultimo AIR Lazio del 2014”.


Infine, ha aggiunto il sindacalista, “questo accordo rappresenta un grande successo e un notevole passo avanti per cercare di risolvere tutte quelle problematiche, contrattuali e professionali che, finora, hanno generato discriminazioni ed ostacolato una visione univoca della professione medica svolta nel Ssn”.

21 marzo 2015
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Regioni e Asl

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy