Quotidiano on line
di informazione sanitaria
25 SETTEMBRE 2016
Regioni e Asl
segui quotidianosanita.it

Marche. Leonardi (Fdi-An): “Commissione Sanità esautorata”

La vice presidente dell'organismo consiliare regionale punta il dito contro una Determina della Dirigenza Asur “che, alla vigilia di Natale, in pratica metteva in atto delle disposizioni previste nella delibera di Giunta n. 1.183 del 22 dicembre 2015” e “messa in atto senza preventivo parere della Commissione”.

12 GEN - La Commissione Sanità "è stata esautorata dei suoi compiti, dato che alla vigilia di Natale si è trovata di fronte ad una Determina della Dirigenza Asur che in pratica metteva in atto delle disposizioni previste nella delibera di Giunta n. 1.183 del 22 dicembre 2015". La delibera, così, “è stata messa in atto senza preventivo parere della Commissione dalla Dirigenza Asur". Lo sostiene in una nota la vice presidente dell'organismo consiliare regionale Elena Leonardi (Fdi-An).

"In questi atti - spiega Leonardi – si dà il via ad una trasformazione delle cosiddette Case della Salute in Ospedali di Comunità con la declassificazione dei posti letto di lungodegenza e, in alcuni casi di riabilitazione, in posti letto per cure intermedie". Ci sono anche problemi per la riorganizzazione dei Punti di Primo Intervento ("potrebbero rimanere scopeti nelle ore notturne"). La consigliera regionale di Fdi-An ha presentato ufficialmente alla Commissione Sanità un documento in cui si evidenziano "le storture e le anomalie di questa 'riforma’ come "la riduzione di 790 posti letto per acuti e la trasformazione di 13 strutture ospedaliere in Case della Salute".


Leonardi sostiene infine che "legare tagli e riassetti operativi ad obiettivi di budget aziendale è a dir poco indecoroso nonché rischioso e mette a repentaglio la sicurezza di cittadini marchigiani". C'è anche "il forte rischio dell'ulteriore spopolamento di aree dove invece e' necessario il mantenimento di servizi essenziali sanitari e sociali".

Secondo la consigliera di Fdi-An "le istanze e le diffide che stanno pervenendo da ogni parte della regione dovrebbero portare ad un ripensamento da parte del presidente e della Giunta regionale. Occorre un serio confronto approfondito con il reale e diretto coinvolgimento dei rappresentanti dei territori e di tutte le categorie interessate dalla riorganizzazione sanitaria regionale".

12 gennaio 2016
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Regioni e Asl

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

In redazione
Lucia Conti
Luciano Fassari
Ester Maragò
Giovanni Rodriquez

Collaboratori
Eva Antoniotti (Ordini e professioni)
Gennaro Barbieri (Regioni)
Ivan Cavicchi (Editorialista)
Fabrizio Gianfrate (Editorialista)
Ettore Mautone (Campania)
Maria Rita Montebelli (Scienza)
Claudio Risso (Piemonte)
Edoardo Stucchi (Lombardia)
Vincino (Vignette)

Contatti
info@qsedizioni.it


Pubblicità
Tel. (+39) 02.28.17.26.15
(numero unico nazionale)
commerciale@qsedizioni.it

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy