Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Lunedì 27 GIUGNO 2016
Regioni e Asl
segui quotidianosanita.it

Toscana. Precari sanità, Scaramelli (Pd): “Entro giugno 2016 in arrivo 257 assunzioni”

Così il presidente della commissione Sanità è intervenuto nell'ambito dell'audizione di una delegazione di precari, con le organizzazioni sindacali e la direzione Estar. "Un passo importante perché il lavoro deve essere fonte di sicurezza e non di incertezza sul futuro. Molti di questi lavoratori già da anni operano nel settore sanitario e rappresentano un patrimonio professionale da non disperdere".

15 GEN - "La precarietà nel settore della sanità è problema annoso, sul quale come Commissione ci siamo concentrati fin dall'inizio di questa legislatura. Stiamo continuando a mettere il massimo impegno perché l’obiettivo è la stabilizzazione dei lavoratori. In questa prospettiva ritengo positivo quanto riportato del direttore di Estar in Commissione, annunciando la prossima indizione di due concorsi per la stabilizzazione di chi ha maturato i requisti previsti. Nel dettaglio ci saranno due tranche di assunzioni: 92 persone previste a gennaio 2016, e, sempre nella prima metà di quest’anno, a giugno 2016, altre 165 persone. Ecco un primo passo concreto verso l'eliminazione della precarietà e il raggiungimento dell'obiettivo della stabilizzazione dei lavoratori. Un passo importante perché il lavoro deve essere fonte di sicurezza e non di incertezza sul futuro. Molti di questi lavoratori già da anni operano nel settore sanitario e rappresentano un patrimonio professionale da non disperdere". Così il presidente della commissione Sanità Stefano Scaramelli (Pd) al termine della seduta.


“Nello specifico si è discusso della questione delle graduatorie Estar decadute nel giugno scorso, quando molti degli idonei ne attendevano lo scorrimento. Su questo punto la politica ha fatto ogni sforzo e richiesta possibile, peraltro con una mozione votata all'unanimità dal Consiglio regionale. Oggi prendiamo atto che ci sono dei limiti giuridici oltre i quali è impossibile andare, confermati anche in prima istanza dal Tar, che ha rigettato la richiesta di sospensiva relativa al ricorso che i precari hanno presentato contro Estar - ha aggiunto il presidente Scaramelli (Pd) -. La questione però non è chiusa, sarà necessario attendere la sentenza definitiva prima di nuovi atti d'indirizzo. Da parte nostra, intanto, ci sarà la massima attenzione volta a capire con quale criterio alcune aziende sanitarie stanno procedendo ad assunzioni tramite graduatorie ancora più vecchie di quelle oggetto della controversia".

"Inoltre, ci siamo presi l'impegno di sollecitare una soluzione a un altro dei settori sanitari più colpiti dalla precarietà: quello del personale del 118. Alla Conferenza Stato-Regioni, che ha confermato l'ammissione ai nuovi concorsi per la stabilizzazione solo per i lavoratori con contratto a tempo determinato, chiederemo come Regione Toscana di allargare la partecipazione anche ai convenzionati, che attualmente invece resterebbe fuori. Su questi punti, questioni complesse e delicate giuridicamente e dal punto di vista della tutela dei diritti di tutti, non ci tiriamo indietro e ci impegneremo fino in fondo. L’obiettivo è arrivare quanto prima alla stabilizzazione del personale e all'indizione di concorsi per nuove assunzioni. E dobbiamo creare le condizioni affinché nei nuovi concorsi vengano tutelati i diritti anche dei lavoratori interinali e delle partite Iva che operano da tempo nella sanità pubblica. Questa è la strada per far entrare finalmente nel mondo del lavoro delle professioni sanitarie i tanti giovani che aspettano fuori, energie e professionalità preziose per il futuro della nostra sanità", ha concluso Stefano Scaramelli (Pd).  

15 gennaio 2016
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Regioni e Asl

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

In redazione
Lucia Conti
Luciano Fassari
Ester Maragò
Giovanni Rodriquez

Collaboratori
Eva Antoniotti (Ordini e professioni)
Gennaro Barbieri (Regioni)
Ivan Cavicchi (Editorialista)
Fabrizio Gianfrate (Editorialista)
Ettore Mautone (Campania)
Maria Rita Montebelli (Scienza)
Claudio Risso (Piemonte)
Viola Rita (Scienza)
Edoardo Stucchi (Lombardia)
Vincino (Vignette)

Contatti
info@qsedizioni.it


Pubblicità
Tel. (+39) 02.28.17.26.15
(numero unico nazionale)
commerciale@qsedizioni.it

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy