Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 28 MARZO 2017
Regioni e Asl
segui quotidianosanita.it

Aviaria, allarme nel mantovano. Regione istituisce zone di protezione e sorveglianza

Nuovo focolaio di influenza aviaria. L’allarme è scattato a Mozambano in provincia di Mantova. La regione Veneto ha disposto le misure di sicurezza con tutte le restrizioni necessarie per allevamenti di poli e volatili. Ecco L’ORDINANZA.

17 FEB - È di nuovo allarme aviaria. Un nuovo focolaio è stato riscontrato in un allevamento di volatili, nel comune mantovano di Mozambano. La situazione ha indotto la Regione Veneto ad emanare un’ordinanza che dispone una serie di misure restrittive per contenere l’eventuale diffusione del virus H5N8.
 
Le zone interessate dall’ordinanza
L’ordinanza istituisce un zona definita “di protezione” e una definita “di sorveglianza”. La prima comprende il comune di Valeggio sul Mincio (Vr), a ovest della località Monte Magrino. Quella di sorveglianza, invece, coinvolge i seguenti comuni: Valeggio sul Mincio (VR), Villafranca di Verona (VR), Sommacampagna (VR), Sona (VR), Castelnuovo del Garda (VR), Lazise (VR) e Peschiera del Garda (VR).
 
Le misure previste per tutte le zone
In queste zone sarà avviato il censimento di tutte le aziende avicole e degli animali presenti. Poi, sarà effettuato un sopralluogo, da parte dei veterinari ufficiali dei Servizi veterinari delle Ulss, presso tutte le aziende commerciali per sottoporre ad esame clinico il pollame e gli altri volatili in cattività. Ancora, è prevista una sorveglianza sierologica e virologica conformemente alle indicazioni operative regionali e nazionali in modo da individuare l'eventuale ulteriore diffusione dell'influenza aviaria nelle aziende ubicate nella zona di protezione.

 
Le misure esclusive nella zona di Protezione
Altre misure, invece, sono riservate solo alla zona di protezione. Qui si procederà all’isolamento del pollame e alla distruzione delle carcasse. C’è divieto assoluto di movimentare pollame, pollastre, pulcini di un giorno, uova all’interno dell’intera Zona, senza autorizzazione del veterinario ufficiale. Verrà istituito un registro dei visitatori dell’azienda e vigeranno anche i divieti di rimozione e spargimento di pollina e di trasporto carni di pollame dai macelli e dai depositi frigoriferi.

17 febbraio 2017
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Regioni e Asl

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

In redazione
Lucia Conti
Ester Maragò
Giovanni Rodriquez

Collaboratori
Eva Antoniotti (Ordini e professioni)
Gennaro Barbieri (Regioni)
Ivan Cavicchi (Editorialista)
Fabrizio Gianfrate (Editorialista)
Ettore Mautone (Campania)
Maria Rita Montebelli (Scienza)
Claudio Risso (Piemonte)
Edoardo Stucchi (Lombardia)
Vincino (Vignette)

Contatti
info@qsedizioni.it


Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy