Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Lunedì 17 DICEMBRE 2018
Regioni e Asl
segui quotidianosanita.it

Spallanzani vince bando di ricerca sulla resistenza agli antibiotici, una delle maggiori minacce alla salute

In tutto il mondo si stima che circa 700mila persone, muoiano ogni anno a causa di infezioni resistenti ai farmaci, nell'UE 33mila ogni anno, con numeri in aumento. L’Italia è uno dei paesi maggiormente coinvolti. Il progetto dell’Istituto si chiama CONNECT ed ha tra le sue finalità lo sviluppo di nuovi modelli comunicativi per aumentare consapevolezza e condivisione dei dati in un’ottica di approccio globale contro la resistenza antimicrobica.

15 NOV - L’Inmi Spallanzani è uno degli otto vincitori del bando legato al progetto europeo di una programmazione congiunta sulla resistenza antimicrobica (Jpiamr, Joint Programming Initiative on Antimicrobial Resistance). Un riconoscimento importante al peso delle ricerche impostate in materia dall’Irccs specializzato nelle malattie infettive. L’obiettivo del progetto è quello di creare reti transnazionali che sviluppino idee innovative per la realizzazione di un Istituto di ricerca “virtuale” – cioè basato solo su competenze, indipendentemente da una struttura “fisica” - sull’antibiotico resistenza (Amr).
 
La resistenza agli antibiotici rappresenta una delle maggiori minacce del nostro secolo alla salute e al benessere della popolazione e contro questo pericolo le autorità sanitarie mondiali ed europee sono da tempo impegnate in azioni coordinate che sviluppino risposte adeguate. L'iniziativa di programmazione congiunta sulla resistenza antimicrobica è stata creata nel 2011 da 15 paesi europei inclusa l’Italia, attraverso il Ministero della Salute, con il sostegno della Commissione europea e ora comprende 26 paesi in tutto il mondo. 

 
La Jpiamr finanzia ricerca di base e esplorativa su nuovi antibiotici, gestione degli antibiotici esistenti e studi sul controllo della diffusione della resistenza agli antibiotici tra uomo, animali e ambiente in un'unica prospettiva. Jpiamr coordina i programmi di ricerca su Amr dei Paesi membri attraverso la sua agenda di ricerca strategica e con il contributo del programma Innovative Medicine Initiative (Imi) e di una rete di organismi, agenzie e industrie non governative.

Il programma dell’INMI che è risultato vincitore ha nome Connect (inCreasing cOmmunicatioN, awareNEss and data sharing in a global approaCh against resisTance) ed ha la finalità di sviluppare modelli per aumentare la comunicazione, la consapevolezza e la condivisione dei dati in un’ottica di approccio globale contro la resistenza agli antibiotici.

Partecipano al progetto 15 istituti di ricerca di diversi paesi (13 Europei più la Turchia e la Tanzania). Con questo risultato, che arriva nel corso della “Settimana della resistenza antimicrobica” in cui Oms, Fao e Oie chiedono un approccio sempre più globale al problema, l’Istituto Nazionale per le Malattie infettive Lazzaro Spallanzani consolida la leadership anche in un settore di vitale importanza quale quello della resistenza agli antibiotici.
 

15 novembre 2018
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Regioni e Asl

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy