Quotidiano on line
di informazione sanitaria
15 DICEMBRE 2019
Regioni e Asl
segui quotidianosanita.it

Dirigenti enti territoriali e sanità. Cambio ai vertici della Fedirets

Segretario Generale del sindacato rappresentativo nell’Area funzioni locali è Elisa Petrone, mentre Mario Sette, ha assunto la carica di Segretario generale aggiunto: “Uniti per valorizzare valorizzare competenze e professionalità che costituiscono la vera ricchezza della dirigenza pubblica gestionale”

18 NOV - Cambio ai vertici della Fedirets, il sindacato rmaggiormente appresentativo nell’Area Funzioni Locali.
Elisa Petrone, segretario della componente Fedir ha assunto la carica di Segretario Generale per il prossimo biennio, mentre il segretario della componente Direst, Mario Sette, coprirà quella di Segretario Generale Aggiunto.
 
Il cambio al vertice, sottolinea una nota del sindacato, avviene in un momento particolarmente delicato, soprattutto per due temi di stretta attualità e rilevanza sui quali il Consiglio direttivo Fedirets ha condiviso il prioritario e comune impegno:
1. all’abrogazione del comma 687 della scorsa Finanziaria, che ha inopinatamente disposto per il triennio 2019-2021 il passaggio della dirigenza dei ruoli Professionale, Tecnico e Amministrativo del Ssn dall’attuale collocazione nell’Area Funzioni Locali all’Area contrattuale della dirigenza del ruolo sanitario così di fatto smembrando irragionevolmente l’unicum professionale della dirigenza delle funzioni tecnico amministrative di Regioni, Enti Locali, Ssn e Segretari comunali e provinciali ;

 
2. al rinnovo del Ccnl 2016-2018 Area Funzioni locali, già scaduto da un anno, con la condivisione delle richieste che le sigle sindacali presenti al tavolo Aran e che compongono Fedirets (Direl, Direr e Fedir Sanita) porteranno avanti unitariamente nella trattativa in Aran. 
 
Per il nuovo Segretario Petrone sono indispensabili per intraprendere un graduale percorso di piena rivalutazione e progressiva armonizzazione dello status professionale della dirigenza dei territori: “Regole, criteri e strumenti tendenti a limitare le pesanti ricadute che le continue e selvagge riorganizzazioni, che si succedono anche a sei mesi l’una dall’altra,  producono sulle posizioni dei singoli dirigenti; maggior tutela per gli incarichi dirigenziali ricoperti da dirigenti di ruolo, paradossalmente meno garantiti rispetto ai dirigenti esterni scelti fiduciariamente, attraverso una durata minima quinquennale ed il mantenimento, in caso di revoca anticipata, dell’intero trattamento economico in godimento almeno fino alla scadenza naturale del contratto sottoscritto. E ancora, maggiori limiti, in termini di contingenti e selettività, nei confronti degli incarichi esterni, con l’estensione all’Area Funzioni Locali delle previsioni già applicate all’Area Sanità in ordine alla spesa a carico del bilancio delle parti variabili del salario; disciplina a regime della dirigenza ambientale delle Arpa nel ruolo tecnico”.
 
“Ogni sforzo – dichiara Mario Sette – sarà profuso per evitare che la dirigenza tecnico-amministrativa dei territori rimanga in balia di condizionamenti e sconfinamenti politici, ormai sempre più all’ordine del giorno in tutte le Amministrazioni, gli Enti e le Aziende dell’Area e per valorizzare competenze e professionalità che costituiscono la vera ricchezza della dirigenza pubblica gestionale”.

18 novembre 2019
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Regioni e Asl

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy