Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Lunedì 16 SETTEMBRE 2019
Regioni e Asl
segui quotidianosanita.it

Lombardia. Al via "Orme", un data base su 7 aree patologiche 

Grazie a una partnership con la società Medtronic sarà possibile mettere in rete i dati di 10 milioni di lombardi per conoscere meglio l’utilizzo delle tecnologie, l’epidemiologia e i costi per la sanità. Si parte con malattie cardiovascolari, colonna vertebrale e piede diabetico. 

16 APR - Il database del Siss (Sistema informativo socio sanitario) lombardo con i dati dei suoi 10 milioni di cittadini sarà utilizzato per fare analisi, tramite l'utilizzo della tecnologia, sull'epidemiologia e la prevalenza di alcune patologie e i costi che producono per il Sistema sanitario regionale: è quanto prevede, in sintesi, il progetto O.R.M.E. (Outcomes Research and Medtech Efficiency) firmato venerdì 13 aprile a Milano dal Presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, e dai vertici dell'azienda biomedicale statunitense Medtronic.

Con O.R.M.E. si farà ricerca in sette aree tematiche quali ipertensione resistente, gestione del sangue, fibrillazione atriale, morte cardiaca improvvisa e scompenso, patologie degenerative della colonna vertebrale, sincope e piede diabetico. Si partirà dal Siss, con il suo prezioso archivio di informazioni sulle prestazioni farmaceutiche, specialistiche ambulatoriali e ricoveri dei cittadini lombardi, estraendo e gestendo i suoi dati in forma anonima, per analizzare l'epidemiologia di queste patologie, i costi prodotti sul Ssr, l'impatto delle tecnologie, i modelli organizzativi e gestionali, e i percorsi diagnostico-terapeutici.


L'implementazione dei progetti di ricerca sarà biennale e Medtronic supporterà con il suo know how un ente terzo, che sarà scelto dalla regione (probabilmente un'università o gli uffici tecnici della regione), che dovrà svolgere l'analisi vera e propria. Medtronic pensa di arrivare a toccare, con quest'analisi, circa 200mila pazienti, che verranno selezionati sulla base dei codici di diagnosi delle patologie prese sotto esame. “La Lombardia rappresenta un sistema sanitario altamente efficiente, innovativo e basato sui dati – ha detto il ceo di Medtronic, Omar Ishrak - Caratteristiche che lo rendono nostro partner ideale per migliorare la qualità e ridurre i costi sanitari. E se questo programma pilota avrà successo, l'idea è di espanderlo prima ad altre aree terapeutiche, e poi ad altre regioni e magari anche ad altri Paesi”.
Dunque, alla fine di questi due anni, se il progetto avrà funzionato, si dovrebbe avere una stima dell'epidemiologia e dei costi diretti dei trattamenti degli eventi cerebro-cardiovascolari nei pazienti con ipertensione resistente, nei pazienti affetti da arteriopatie periferiche nella popolazione diabetica e da fibrillazione atriale. Più informazioni sul miglioramento dei risultati clinici dei pazienti sottoposti a interventi cardiochirurgici che necessitano di circolazione extracorporea, in centri che utilizzano sistemi per minimizzazione del circuito, passivazione del circuito di circolazione extracorporea, monitoraggio emostasi e coagulazione e che adottano sistemi di recupero e trattamento sangue; dati sui pazienti trattati con tecniche di stabilizzazione o fusione della colonna vertebrale, mettendo a confronto i costi di ospedalizzazione e gli esiti dell’approccio chirurgico mini-invasivo e dell'open surgery per le patologie degenerative della colonna, e infine sui differenti approcci organizzativi nella gestione della sincope.
''Questo progetto - ha commentato Formigoni - rappresenta un modello esemplare di partnership a cui la Regione guarda con grande interesse. La Lombardia ha voluto favorire forme di collaborazione innovative tra pubblico e privato. Un vero salto culturale rispetto al passato, e dopo le iniziali diffidenze, la nostra sfida è stata vinta. Abbiamo tracciato una strada che molti dopo di noi hanno voluto percorrere''.

Adele Lapertosa
 

16 aprile 2012
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Regioni e Asl

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy