Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 02 GIUGNO 2020
Sardegna
segui quotidianosanita.it

Coronavirus. La Regione Sardegna si prepara alla sperimentazione di nuovi farmaci

“Abbiamo predisposto l’acquisto dello Tocilzumab alla Roche e dato autorizzazione alla sperimentazione al suo arrivo. Per l'Avigan dobbiamo pensare al protocollo operativo e invece il Plaquenil lo abbiamo già cominciato ad utilizzare”, spiega l’assessore Nieddu. Sullo stato di approvvigionamento dei DPI, Solinas comunica: “Sono giunte 450 mila mascherine che sono state acquisite dalla protezione civile e ripartite tra le aziende ospedaliere: 30 mila sono state attribuite all’AOU di Sassari, 365 mila all’ATS, 5000 sono state date all’Areus. Giunte le attrezzature medicali donate dalla Cina.

26 MAR - La Regione Sardegna si prepara alla sperimentazione di nuovi farmaci. A parlarne ieri in videoconferenza sono il Presidente della Regione, Christian Solinas, e l’Assessore alla Sanità, Mario Nieddu. Annuncia il Governatore: “Abbiamo scritto alla Roche che ha proposto la sperimentazione del farmaco anti artrite reumatoide che viene già sperimentato in Campania con successo, ed ho chiesto inoltre di valutare anche la sperimentazione del farmaco utilizzato in Veneto”.
 
"La sperimentazione dello Tocilzumab (RoActemra) - commenta Nieddu - è già iniziata, nel senso che abbiamo predisposto già l’acquisto del farmaco alla Roche, siamo in attesa che ci venga consegnato, ma abbiamo già dato l’autorizzazione perché parta subito la sperimentazione anche da noi. Per quanto riguarda l'Avigan, dobbiamo cominciare a pensare al protocollo operativo e poi una volta reperito il farmaco, anche lì si darà mandato di iniziare la sperimentazione. Per quello che riguarda invece il Plaquenil, cioè il nome commerciale della clorochina, un farmaco anti-malarico, quello che è il protocollo francese, lo abbiamo già cominciato ad utilizzare da diverso tempo”.

 
Sullo stato di approvvigionamento dei DPI il Presidente della Regione comunica: “Sono giunte 450 mila mascherine che sono state acquisite dalla protezione civile e ripartite tra le aziende ospedaliere in base alle indicazione date dall’Assessorato alla Sanità, in relazione alle esigenze e giacenze di ciascuna struttura sanitaria. Le mascherine sono state ripartite nel seguente modo: 30 mila sono state attribuite all’AOU di Sassari, 365 mila all’ATS a cui fan capo diversi presidi, 5000 sono state date all’Areus; attendiamo inoltre un arrivo progressivo di ulteriori pezzi".
 
"Come annunciato a metà mese – puntualizza inoltre Solinas -, sempre nella giornata di ieri è stato consegnato nel centro operativo della Protezione civile regionale di Macchiareddu un consistente carico di attrezzature medicali donato alla Sardegna da imprenditori cinesi, che operano anche nella nostra isola in collaborazione con aziende sarde. Sono state consegnate 18.000 mascherine ffp1, 3.500 mascherine ffp2, 15.000 mascherine chirurgiche, 430.000 guanti in lattice, 2.200 tute protettive. Un segno tangibile e gradito di sensibilità – conclude il Capo di Giunta -, e di quell’amicizia che lega da tempo i nostri popoli, uniti da rapporti commerciali ed oggi, sempre più, da un forte legame di solidarietà”.
 
Nieddu conferma inoltre, per quanto riguarda i test, che l’ATS ieri con una determina dirigenziale ha provveduto all’acquisto urgente di un totale di 500 kit da 25 del test rapido.
 
Santissima Trinità primo Covid-19 Hospital di Cagliari. Dalla sua pagina facebook il Presidente Solinas fa sapere: “In questi giorni sono stati portati a termine i lavori di ristrutturazione dell'area Malattie infettive dell’ospedale Santissima Trinità. Per i pazienti meno gravi sono stati messi a disposizione anche i posti letto di Geriatria e Medicina, mentre in caso di sintomi gravi riconducibili al virus è stato previsto il trasferimento nel reparto di Rianimazione che è stato ingrandito e isolato dal resto dell'ospedale, e dove sono stati sospesi gli altri ricoveri eccetto quelli di chirurgia d'urgenza. Al trattamento del coronavirus nell'Isola si ricorda sono dedicati anche il San Francesco di Nuoro, l'Aou di Sassari e, a breve, anche gli ospedali privati Mater Olbia e Policlinico Sassarese".
 
L'Unità di crisi regionale ha rilevato nell’ultimo aggiornamento 442 casi di positività al virus Covid-19 accertati in Sardegna dall'inizio dell'emergenza. In totale nell’Isola sono stati eseguiti 3.019 test, 20 dei quali in corso d'accertamento. I pazienti ricoverati in ospedale sono in tutto 101, di cui 19 in terapia intensiva, mentre 311 sono le persone in isolamento domiciliare. Il dato progressivo dei casi positivi comprende 7 pazienti guariti, più altri 5 guariti clinicamente. Salgono a diciotto i decessi.

Sul territorio, dei 442 casi positivi complessivamente accertati, 318 (+9 rispetto all'ultimo aggiornamento) sono stati registrati a Sassari, 74 (+10) nella Città Metropolitana di Cagliari, 17 (+2) nel Sud Sardegna, 7 a Oristano, 26 a Nuoro.
 
Elisabetta Caredda

26 marzo 2020
© Riproduzione riservata


Altri articoli in QS Sardegna

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy