Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 25 GENNAIO 2022
Sardegna
segui quotidianosanita.it

Al Brotzu drastica riduzione delle liste d’attesa per mammografie ed ecografie mammarie

Il programma, messo a punto con una rimodulazione interna delle risorse umane fra gli ospedali di Cagliari Businco e San Michele, dal 15 febbraio al 19 marzo, ha reso possibile una drastica riduzione dei tempi d’attesa che per i primi accessi passano così da una media di 238 giorni a una settimana

26 MAR - Dopo il taglio dei tempi d’attesa per le Tac ai pazienti oncologici assistiti al Businco, programma completato a metà gennaio, l’Arnas mette a segno un altro importante risultato azzerando le liste d’attesa per gli esami strumentali senologici: mammografie ed ecografie mammarie per la ricerca di tumori.
Il programma, messo a punto con una rimodulazione interna delle risorse umane fra gli ospedali di Cagliari Businco e San Michele, dal 15 febbraio al 19 marzo, ha reso possibile una drastica riduzione dei tempi d’attesa che per i primi accessi passano così da una media di 238 giorni a una settimana.
 
“Un importante risultato – dichiara il presidente della Regione, Christian Solinas – raggiunto nonostante le difficoltà dovute all’emergenza pandemica ancora in corso. Il virus non ci ha fatto dimenticare le altre patologie. In particolare, per la cura delle malattie oncologiche, la diagnosi precoce, grazie agli esami strumentali, rappresenta un fattore irrinunciabile. Siamo impegnati con ogni sforzo per garantire a tutti i sardi accessi rapidi alle prestazioni sanitarie e il traguardo raggiunto dall’Arnas va nella direzione che abbiamo segnato”.

 
“Un segnale di forte attenzione per la salute di tutte le donne – dichiara l’assessore regionale della Sanità, Mario Nieddu – un risultato che premia gli sforzi organizzativi e il grande impegno delle professionalità che operano all’Arnas, dove il piano d’abbattimento delle liste d’attesa per le prestazioni di radiologia diagnostica per immagini proseguirà con le risonanze magnetiche, dove è in programma un’importante operazione di ammodernamento tecnologico”.
 
All’ospedale San Michele arriveranno infatti due nuovi macchinari di ultima generazione, risonanze magnetiche da 3 Tesla (unità di misura che indica la potenza dell’induzione magnetica) che andranno a sostituire le attuali risonanze da 1,5 Tesla. La nuova strumentazione consentirà prestazioni migliori e più rapide (con una riduzione del 30% dei tempi d’esecuzione).
Le due risonanze verranno sostituite una alla volta e il preventivo abbattimento delle liste d’attesa consentirà di ridurre al minimo l’impatto di questa operazione sulle prestazioni e quindi sui pazienti.

26 marzo 2021
© Riproduzione riservata


Altri articoli in QS Sardegna

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy