Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Giovedì 21 NOVEMBRE 2019
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Una gara a colpi di telecamera per abbattere il muro di silenzio che aiuta l’epatite a diffondersi

20 NOV - La nostra è oramai una società multimediale: parole, immagini e suoni raccolte in un video possono essere vincenti contro il muro di silenzio che aiuta l’epatite a diffondersi.
È per questo motivo che MA Provider, in qualità di segreteria organizzativa di Alleanza Contro l’Epatite, con il supporto incondizionato di AbbVie S.r.l., ha bandito il primo video Contest ACE 2014, per sensibilizzare il grande pubblico sul tema delle epatiti. L’iniziativa, dal titolo “Epatite C: crederCi, guarire, rinascere”, è aperta a videomaker professionisti e non, pazienti, medici e operatori sanitari.
I video devono rappresentare come l’epatite C sia una malattia cronica altamente insidiosa, debilitante e fonte di discriminazione sociale, ma per la quale in un futuro molto prossimo la possibilità di guarire è una realtà, non più solo un sogno.
“Il contest video fa parte di una più ampia opera di sensibilizzazione generale su una malattia molto diffusa in Italia, ma troppo spesso ignorata, che Alleanza Contro l’Epatite ha messo in atto sin dalla sua nascita, vedendo la partecipazione dei medici specialisti ed in particolare dei pazienti, che hanno vissuto o ancora vivono la malattia” afferma Ivan Gardini, Presidente di EpaC Onlus. “In una società che corre, fatta di immagini in movimento, di suoni e di tutta una serie di percezioni, il mezzo del video può sicuramente fornire una completa informazione di cosa realmente è l’epatite, sensibilizzando lo spettatore al problema e allo stesso tempo trasmettendogli anche ciò che provano i pazienti. L’arrivo dei nuovi farmaci costituisce sicuramente un sogno per migliaia di pazienti ed è per questo che il tema del video contest vuole portare con sé un messaggio positivo e di speranza”.

 
Come partecipare
Al concorso sono ammessi video che sviluppino il tema con la massima libertà espressiva (in bianco e nero o a colori e con tecnica di montaggio a piacimento) ed è aperto a chiunque voglia parteciparvi.
 
I requisiti delle opere. Saranno accettate produzioni con una durata di massimo un minuto: dovranno essere obbligatoriamente originali, mai utilizzate in altre occasioni. I video, in formato Mpeg2 PAL, dovranno pervenire (tramite piattaforma WeTransfer) a videocontestace@alleanzacontroepatite.it, o su DVD da spedire presso: MA Provider S.r.l., Via Marradi 3, 20123 – Milano, che è anche la segreteria organizzativa del premio.
 
Come iscriversi. Gli autori del video dovranno inviare alla segreteria la scheda di iscrizione (scaricabile dall’apposita sezione del sito www.alleanzacontroepatite.it) insieme al video e ad un Curriculum Vitae.
 
Giuria e premiazione. Tra il 26 dicembre 2014 ed il 10 gennaio 2015 una Giuria, composta da due esperti del settore video (Anna Gorio e Tonino Curagi) e da quattro esperti di epatiti (prof. Stefano Fagiuoli, Ivan Gardini, prof. Antonio Gasbarrini e dott. Marco Marzioni) si riunirà per dare una votazione alle opere pervenute, che saranno successivamente pubblicate in un’apposita sezione del sito www.alleanzacontroepatite.it, a disposizione del pubblico per le votazioni della giuria popolare dal 12 gennaio 2015 al 12 febbraio 2015. Per ogni opera il punteggio della giuria sarà sommato ai voti del pubblico. I video che otterranno il maggior numero di voti saranno premiati e proiettati in occasione dell’evento conclusivo previsto in febbraio 2015 a Roma: al primo classificato verrà assegnato un premio di 3500 €, al secondo di 1000 € e al terzo di 500 €.
La scadenza per le adesioni è fissata alla mezzanotte del 25 dicembre 2014. 

20 novembre 2014
© Riproduzione riservata

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy