Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Venerdì 19 LUGLIO 2019
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Iss. Parte a Roma il progetto EpiSouth-Plus: lo "scudo" sanitario del Mediterraneo

Vede la partecipazione di 27 paesi, di cui 9 dell’Unione Europea, 17 esterni e un paese candidato: il network di lavoro rafforzerà la preparazione internazionale e la cooperazione nella regione mediterranea per quanto riguarda minacce sanitarie e rischi biologici. Il progetto è coordinato dal Cnesp dell’Iss.

06 DIC - È un network che si occupa di aumentare la sicurezza sanitaria nell’area del Mediterraneo e del sud-est Europa, favorendo e rafforzando la preparazione a comuni minacce sanitarie e rischi biologici, sia a livello nazionale che regionale: EpiSouth, progetto coordinato dall’Istituto Superiore di Sanità è attivo da ottobre 2010. Ma oggi a Roma si sta tenendo il primo Meeting del progetto EpiSouth-Plus, una nuova fase del progetto che vede coinvolti 27 Paesi (9 dall’Unione Europea, 17 esterni all’unione, più un paese candidato), contro i 9 del suo predecessore. Si tratta del più grande sforzo collaborativo tra i paesi della regione mediterranea sulle minacce per la salute.
                                                     
“Il progetto EpiSouth-Plus è il proseguimento del progetto EpiSouth avviato nel 2006 per iniziativa di 9 paesi dell’Unione Europea e focalizzato sul controllo delle malattie infettive nei paesi del Mediterraneo”, ha spiegato Silvia Declich dell’ISS. “Durante quella prima fase il Network si è progressivamente allargato raggiungendo gli attuali 27 paesi partecipanti, tra cui 18 paesi della regione mediterranea esterni all’Unione Europea, ma che si affacciano sullo stesso mare e quindi condividono ecosistemi analoghi. 

Sin dalla prima fase, l’Italia è stata il coordinatore del progetto e le attività del network hanno visto la partecipazione del Ministero della Salute Italiano che ha contribuito anche finanziariamente in modo sinergico tramite il progetto EpiMed. L’Italia si è quindi posta come leader dei Paesi del Sud Europa e come tramite con i paesi del Mediterraneo e dei Balcani per quanto riguarda l’epidemiologia delle malattie infettive".


Sono circa 150 i partecipanti al Meeting, che si tiene fino a venerdì 7 presso l’Auditorium del Ministero della Salute, in cui si discuteranno diversi temi tra cui:
- opportunità e sfide per azioni coordinate per la regione del mediterraneo;
- integrazione tra sorveglianza epidemiologica e di laboratorio;
- sistemi di allerta rapida ed "epidemic intelligence" per le infezioni emergenti;
- contributo del network allo sviluppo delle linee guida dell’Organizzazione Mondiale della Sanità per i punti di accesso alle frontiere;
- organizzazione per il network di un esercizio di simulazione di risposta ad un problema emergente.
           
Anche il Progetto EpiSouth-Plus sarà coordinato dal Reparto di Epidemiologia delle Malattie Infettive del Centro Nazionale di Epidemiologia, Sorveglianza e Promozione della Salute (CNESPS) dell’Istituto Superiore di Sanità. È co-finanziato dall’UE DG SANCO/EAHC e DEVCO/EuropeAid, insieme con gli Istituti di Salute Pubblica e i Ministeri della Salute coinvolti nell’iniziativa, e riceve anche un contributo finanziario dal Ministero della Salute Italiano e dall’ European Center for Diseases Control (ECDC).

06 dicembre 2012
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy