Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Lunedì 05 DICEMBRE 2016
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Cosmetici. In vigore regolamento europeo. Fuori legge quelli testati su animali

Lo stabilisce un articolo del regolamento europeo del 2009 che entra in vigore l'11 marzo. Entro l'11 luglio, poi, etichette più chiare su tutti i prodotti con particolare attenzione ai "nanoprodotti". Produttori italiani ed europei favorevoli: "Europa già 'animal free'. Stop ai prodotti extra europei". IL REGOLAMENTO UE SUI COSMETICI.

10 MAR - Domani, lunedì 11 marzo finisce un'epoca. Niente più test animali per i prodotti cosmetici. A stabilirlo è una precisa scadenza prevista da un regolamento UE risalente al 2009 che riordina tutto il settore della cosmesi ai fini della tutela della salute umana.
 
In particolare da lunedì sarà vietata la vendita in tutta Europa dei prodotti per la cosmesi che abbiano usufruito di test su animali ed inoltre dal prossimo 11 luglio arriveranno nuove etichette più chiare su tutti i prodotti, dalla scadenza all'eventuale presenza di ingredienti 'nano', cioè di dimensioni inferiori ai 100 micron, sui quali ancora persitono molti dubbi sulla loro sicurezza.
 
In generale l’etichettatura dei prodotti dovrà essere tutta orientata alla tutela dei consumatori. I recipienti o l'imballaggio dovranno infatti riportare indicazioni, in caratteri indelebili, facilmente leggibili e visibili. Tali informazioni riguardano:
- il nome o la ragione sociale e l'indirizzo della persona responsabile del prodotto;
- il paese di origine dei prodotti importati;
- il contenuto nominale al momento del confezionamento, espresso in peso o in volume;

- la data limite di utilizzo del prodotto cosmetico, stoccato in condizioni adeguate;
- le precauzioni per l'impiego, anche per i cosmetici di uso professionale;
- il numero del lotto di fabbricazione o il riferimento che permetta di identificare il prodotto;
- l'elenco degli ingredienti, ovvero qualsiasi sostanza o miscela usata intenzionalmente nel prodotto durante il processo di fabbricazione.
 
Gli imprenditori italiani di Unipro ed europei di Cosmetics Europe si sono detti tutti a favore del bando totale dei test sugli animali e ritengono che rechi beneficio a tutti, consumatori, animalisti e stesse industrie.
Ha spiegato Luca Nava, responsabile area tecnico normativa di Unipro: ''Per noi il tema non è nuovo, l'Europa è già da tempo animal free, ma da lunedì non potranno essere più venduti nei paesi europei neache quei prodotti i cui ingredienti sono stati testati sugli animali in Paesi extra europei. Attendiamo quindi per lunedì le indicazioni della Commissione europea che, oltre a confermare il divieto, indicherà alle imprese come procedere per garantire la sicurezza degli ingredienti nuovi sull'uomo''.
 
A partire dall'11 luglio 2013, inoltre, il regolamento sostituirà in toto la precedente direttiva "cosmetici" del 1976. 

10 marzo 2013
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

In redazione
Lucia Conti
Luciano Fassari
Ester Maragò
Giovanni Rodriquez

Collaboratori
Eva Antoniotti (Ordini e professioni)
Gennaro Barbieri (Regioni)
Ivan Cavicchi (Editorialista)
Fabrizio Gianfrate (Editorialista)
Ettore Mautone (Campania)
Maria Rita Montebelli (Scienza)
Claudio Risso (Piemonte)
Edoardo Stucchi (Lombardia)
Vincino (Vignette)

Contatti
info@qsedizioni.it


Pubblicità
Tel. (+39) 02.28.17.26.15
(numero unico nazionale)
commerciale@qsedizioni.it

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy