Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Lunedì 06 DICEMBRE 2021
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Allergie. Congresso allergologi. Nasce associazione medici-pazienti per combatterle


Nel 90% dei casi l'informazione via internet è errata o parziale, e si può arrivare rischiare anche un evento fatale. Nasce per questo Apa Italia, la nuova associazione pazienti ideata per informare i cittadini e sensibilizzare le istituzioni su un problema che colpisce il 10% della popolazione.

13 APR - All'interno del 29° Congresso Sezione Siaic (Società iItaliana allergologia e immunologia clinica), in corso a Firenze, un apposito spazio è stato dedicato ai pazienti affetti da queste patologie che, tramite le loro Associazioni, potranno esprimere in un contesto appropriato le loro necessità. L'evento è stato anche l'occasione per presentare Apa Italia, la nuova associazione di pazienti d'età adulta affetti di allergie, che ha come obiettivo quello di creare e rafforzare una rete virtuale condivisa di collaborazione medico-paziente. Come evidenziato nell'annuario statistico italiano 2011, pubblicato dall'Istat, il 10,3% della popolazione italiana è affetto da malattie allergiche, con un impatto sociale ed economico rilevante. Ma nonostante ne sia colpita una così ampia parte di popolazione non è ancora presente una corrispondente sensibilità alle difficoltà quotidiane che il paziente allergico deve affrontare.

L'iscrizione, effettuabile tramite il sito www.apaitalia.it, è gratuita e consente di avere una corretta informazione sulla tua malattia allergica o immunologica, essere informato periodicamente sulle novità sia nella diagnosi che nella terapia, partecipare ad iniziative dedicate ai pazienti allergici/immunologici che si svolgeranno in tutta Italia, condividere i problemi correlati alla condizione individuale avere una rappresentanza nelle sedi istituzionali che si impegni per lottare contro i problemi sanitari e le conseguenze economiche e sociali dei pazienti affetti da patologie allergiche e immunologiche.


Un ulteriore spunto di riflessione viene lanciato contro l'informazione via web. "Occorre prestare la massima attenzione ai sistemi di informazione e comunicazione non controllati - ha spiegato Donatella Macchia, allergologa a Firenze, membro Direttivo Nazionale Siaic - la sensazione di avere le allergie alimentari, ad esempio, è molto alta: il 10% della popolazione è realmente malata. Se la malattia è rara, internet può in alcuni casi aiutare a trovare enti e associazioni a cui rivolgersi, più difficile quando la malattia è frequente, poiché allora sono molti a ‘dire la loro opinione’ anche se non sono gli esperti di riferimento. Nessun sito deve essere usato comunque per diagnosticare malattie e per la conseguente attribuzione dei farmaci. Nel 90% dei casi l'informazione via internet è scorretta, o in toto o parzialmente. Se la diagnosi non è giusta si può rischiare anche un evento fatale, per esempio per allergie alimentari o da veleno d’insetti o da farmaci”.

13 aprile 2013
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy