Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Sabato 21 SETTEMBRE 2019
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Cistinosi. Sigma Tau lancia nuovo farmaco

Negli Stati Uniti è stato immesso in commercio il Cystaran, per il trattamento dei depositi di cristalli di cistina nella cornea. La nuova terapia è stata sviluppata in collaborazione con il National Institutes of Health.

07 GIU - La Sigma-Tau PharmaceuticalsInc., con sede a Gaithersburg (Maryland, USA), una divisione del business globale “ Malattie Rare” del Gruppo Sigma-Tau, ha annunciato l’immissione in commercio negli Stati Uniti del Cystaran (soluzione oftalmica di cisteamina) per il trattamento dei depositi di cristalli di cistina nella cornea in pazienti affetti da cistinosi.

Si tratta della prima terapia (e l’unica approvata dalla FDA, Food and Drug Administration), sviluppata in associazione con il NIH (National Institutes of Health) e in collaborazione con la Cystinosis Foundation, CystinosisResearch Foundation e CystinosisResearch Network. La FDA, che aveva già valorizzato il prodotto riconoscendogli lo status di “farmaco orfano”, ha approvato il Cystaran lo scorso ottobre.

“Il lancio del CYSTARAN rappresenta una notevole pietra miliare per il Gruppo italiano Sigma-Tau e dà ulteriore prova della nostra consolidata capacità di sviluppare e rendere disponibili terapie nuove per i pazienti affetti da diverse malattie rare - ha commentato Dave Lemus, Amministratore Delegato della Sigma-Tau Pharmaceuticals - siamo impegnati a garantire l'accesso completo a tutti i pazienti affetti da cistinosi con accumulo di cristalli di cistina nella cornea. È per noi un grande privilegio poter offrire questa importante nuova terapia che avrà effetti positivi sulla vita quotidiana di questi pazienti".


La malattia causa ipertiroidismo, diabete, epatosplenomegalia con coinvolgimento muscolare e cerebrale, lacrimazione e fotofobia. Proprio per questo farmaco Il Gruppo Sigma-Tau ha ottenuto il riconoscimento ufficiale, durante la celebrazione del trentesimo anniversario, della National Organization for Rare Disorders (NORD) statunitense.

“Sigma-Tau ha dimostrato ancora una volta il suo impegno forte e duraturo al servizio dei pazienti affetti da malattie rare – ha dichiarato Peter L. Saltonstall, Presidente e ChiefExexutive di NORD – con prodotti innovativi e programmi di ricerca efficaci”.

Sigma-Tau è già in avanzata fare di pianificazione per sottomettere la “orphan drug designation” anche in altri Paesi, inoltre CYSTARAN sarà comunque disponibile, nell’ambito di programmi speciali (named patient use), per i pazienti sia in Europa che in Asia. 

07 giugno 2013
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy