Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Mercoledì 01 DICEMBRE 2021
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Tubercolosi. L'Europa si mobilita. In arrivo nuovi vaccini


La tubercolosi uccide circa 1,5 milioni di persone in tutto il mondo ogni anno. E sono 9 milioni le nuove infezioni annuali con ceppi mutanti dei batteri della tubercolosi. L'Unione Europea sta lavorando a un progetto di ricerca di alto profilo per coordinare lo sviluppo di vaccini più forti e più duraturi. In sperimentazione 14 vaccini.

11 OTT - Il progetto NEWTBVAC finanziato dall’Unione Europea ha contribuito a far progredire 7 dei 14 candidati vaccini anti-tubercolosi attualmente in fase di sperimentazione clinica. Altri 36 candidati vaccini  sono in fase di scoperta o sviluppo pre-clinico.. Questi progressi danno speranza a Paesi come la Cina, l’India, l’Indonesia e il Sudafrica dove 4 persone su mille soffrono della malattia alle vie aeree.
 
Il progetto NEWTBVAC è coordinato dalla TuBerculosis Vaccine Initiative (TBVI) dei Paesi Bassi. In parte Fondazione e in parte network, TBVI è un’organizzazione no profit – istituita su proposta della Commissione Europea  -  che sta lavorando per promuovere lo sviluppo di nuovi vaccini anti tubercolosi che siano accessibili e alla portata di tutti.
 
Perché c’è bisogno dei vaccini? “Perché il tipo di vaccini più usato oggi (BCG - (Bacillo Calmette-Guérin) è stato sviluppato circa un secolo fa e offre solo una copertura limitata” ha dichiarato il Direttore esecutivo TBVI Jelle Thole. Il risultato è che la tubercolosi sta avendo un ritorno devastante”.

 
“Fino al 1993, era chiaro che la tubercolosi non fosse sotto controllo. L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) la considerava un’emergenza globale” secondo Thole. Quell’anno, in effetti, a causa della malattia morirono più persone che in qualsiasi altro anno della storia, secondo l’OMS.
 
“Circa mezzo milione di persone vengono infettate da un ceppodi batteri resistente ai farmaci ", ha detto Thole. "Abbiamo bisogno di farmaci più efficaci per aiutare queste persone. Abbiamo bisogno di una migliore diagnostica per individuare la malattia più rapidamente e con maggiore precisione. E, soprattutto, abbiamo bisogno di nuovi vaccini per proteggere le persone dal contrarre la malattia, inclusa la tubercolosi resistente ai farmaci ", ha spiegato Thole.
 
Circa 2 miliardi di persone vengono infettate dal batterio Mtb, il 10% circa delle quali svilupperà la malattia. "Oltrealla perdita della vita, vi è un enorme costo economico della malattia", ha aggiunto Thole. Alcuni pazienti hanno bisogno di un trattamento medico – via  pillole e iniezioni - per un periodo fino a due anni, che può avere gravi ripercussioni sulla produttività di una famiglia.
Composto principalmente dapartner europei, TBVI sostiene finanziariamente e fornisce le competenze a un network integrato di università, istituti e aziende. Molte scoperte promettenti sono state già fatte, e il track record dell'organizzazione illustra che questi vaccini dei quali si ha bisogno con urgenza possono in effetti essere sviluppati.
 
“Dieci anni fa non c’erano vaccini in fase di sperimentazione clinica ", secondo Thole. "Oggi, ce ne sono 14". Risultati positivi degli studi clinici potrebbero significare che i nuovi vaccini saranno disponibili entro il 2025, ha detto.
 
“È importante, ha sottolineato Thole che l’organizzazione lavori insieme a team con esperienza nel settore dell’industria privata grazie alla quale è possibile trasformare i progressi in materia di vaccini in modo più efficace Questa “filosofia del prodotto” ha portato a decisioni più efficaci riguardo tempi e modalità di sviluppo dei singoli vaccini”.

11 ottobre 2013
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy