Quotidiano on line
di informazione sanitaria
27 SETTEMBRE 2020
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Vaccino antinfluenzale. Riduce del 74% il rischio di ricovero dei bambini in Terapia Intensiva. Lo studio


I ricercatori del Centers for Disease Control and Prevention (CDC) hanno analizzato che cartelle cliniche di 216 bambini ricoverati con influenza in Terapia Intensiva. I bambini completamente vaccinati ricoverati erano il 18%. Il 55% presentava almeno una patologia cronica di base.

04 APR - “Vaccinate i bambini, già a partire dai 6 mesi di età, e soprattutto se sono ad alto rischio di gravi complicanze legate all’influenza, come ad esempio quelli che soffrono di patologie croniche come l'asma, il diabete o ritardi nello sviluppo”. È questa la raccomandazione dei ricercatori del Centers for Disease Control and Prevention (CDC), che arriva anche sulla base di un loro studio condotto su 216 bambini di età compresa tra i 6 mesi e i 17 anni, dal quale è emerso che vaccinarsi contro l’influenza riduce del 74% il rischio dei bambini di essere ricoverati in terapia intensiva pediatrica.

La squadra di guidata da Alicia Fry ha analizzato le cartelle cliniche di 216 bambini ricoverati in 21 Unità di Terapia Intensiva negli Stati Uniti durante le stagioni influenzali 2010-2011 e 2011-2012. Dall’analisi, i cui risultati sono stati rilanciati anche sul sito internet dell'Agenzia italiana del farmaco, è emerso che solo il 18% dei casi di influenza con ricovero in terapia intensiva riguardava bambini completamente vaccinati. Più della metà (55%) dei casi presentava almeno una patologia cronica di base che ha esposto i bambini a un più alto rischio di gravi complicanze. Tuttavia, sottolineano i ricercatori, lo studio ha anche evidenziato che sebbene la vaccinazione antinfluenzale sia stata associata a una significativa riduzione del rischio di ricovero, la copertura vaccinale antinfluenzale si è rivelata relativamente bassa nei bambini coinvolti nello studio.


Da qui l'invito di Fry e della sua squadra a vaccinare i propri figli. “Sebbene non sempre può impedire l’insorgere dell’influenza, il vaccino rappresenta un'importante protezione dai più gravi effetti dell’influenza”, evidenziano i ricercatori.

04 aprile 2014
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy