Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Venerdì 27 NOVEMBRE 2020
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Farmaci. L’Ema avvia consultazione pubblica su monitoraggio della letteratura medica


L’obiettivo è migliorare il monitoraggio della sicurezza dei farmaci ma “ “tale iniziativa fornisce un servizio e riduce i costi per l'industria, riducendo gli oneri amministrativi delle aziende titolari di AIC per i principi attivi monitorati che devono nell’inserire i casi descritti in letteratura in EudraVigilance”, il database europeo della farmacovigilanza.

06 GIU - “La normativa europea di farmacovigilanza – spiega la nota - ha affidato all’EMA la responsabilità del monitoraggio della letteratura scientifica e medica per la definizione di un elenco di principi attivi impiegati nei medicinali. L’obiettivo fondamentale di questa iniziativa è quello di migliorare il monitoraggio della sicurezza dei farmaci attraverso una migliore qualità delle informazioni sulla sicurezza provenienti dalla letteratura inserite in EudraVigilance, il  database europeo della farmacovigilanza”.

Inoltre, sottolinea ancora l’Ema, “tale iniziativa fornisce un servizio e riduce i costi per l'industria, sollevando le aziende titolari di AIC per i principi attivi monitorati dal dover inserire i casi descritti in letteratura in EudraVigilance. Questo servizio e la riduzione dei costi per l'industria non eliminano in alcun modo gli obblighi della società sul monitoraggio della sicurezza dei loro prodotti, ma ridurrà gli oneri amministrativi che devono affrontare. Il draft vuole supportare il controllo dei principi attivi che sono inclusi in più prodotti e, quindi, a beneficio di un massimo numero di aziende”.


Il draft descrive gli aspetti tecnici sul monitoraggio della letteratura che devono essere forniti dall'Agenzia, tra cui:
•    una spiegazione di come saranno selezionati gli elenchi dei principi attivi e delle pubblicazioni oggetto di monitoraggio, aggiornato e condiviso con i titolari di autorizzazione all'immissione in commercio;
•    dettagli sul processo di selezione e successiva registrazione delle segnalazioni di reazioni avverse;
•    trattamento di singoli casi identificati relativi a sospette reazioni avverse in EudraVigilance.

“Dal momento che esistono organizzazioni specializzate che hanno già acquisito l'esperienza e le conoscenze necessarie in questo settore, l'Agenzia ha deciso di esternalizzare il monitoraggio della letteratura scientifica e medica e l'inserimento di informazioni rilevanti in EudraVigilanza a un fornitore esterno”, conclude la nota dell’Ema.

Tutti gli interessati sono invitati ad inviare le proprie osservazioni in merito alla bozza di documento orientativo dell’EMA all’indirizzo mail mlm@ema.europa.eu entro il 27 luglio 2014.
 

06 giugno 2014
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy