Quotidiano on line
di informazione sanitaria
05 DICEMBRE 2021
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Vaccino antinfluenzale. Le morti sospette salgono a 11. Pani (Aifa) “ Non escludo sequestri di altri lotti”. Ricciardi (Iss): “Entro un mese le risposte all’Aifa sulle analisi tossicologiche”. 


“Continuano ad arrivare altre segnalazioni di eventi avversi gravi e in alcuni casi anche di decessi”. A dirlo è il direttore generale dell’Aifa, Luca Pani, a margine del congresso della Simg, parlando della vicenda dei vaccini antinfluenzali. Ricciardi, commissario Iss, fa invece sapere che tra circa un mese l’Istituto invierà le risposte all’Aifa in merito alle indagini analitiche di carattere tossicologico. Attenzione all'allarme mediatico.

28 NOV - “Stanno arrivando altre segnalazioni e stiamo analizzando i segnali. Segnali di relazione immediata o quasi con la vaccinazione e un evento che sia grave o addirittura il decesso”. In tutto sono arrivati a 5 i decessi attribuibili ai due lotti di vaccino antinfluenzale di cui è stato disposto il divieto di utilizzo. A parlare è Luca Pani, direttore generale dell’Aifa che a margine del 31° Congresso Simg torna sulla vicenda della stop ai vaccini antinfluenzali. “Varie segnalazioni di persone che sono state malate” ma anche di ulteriori “decessi oltre i cinque fino ad oggi pervenuti”.
 
Pani ha però tenuto a ribadire che ad oggi “non c’è nessuna relazione diretta tra la vaccinazione e l’evento”. Invitando quindi la popolazione alla calma, perché “la fobia conta molto in questo momento”.
 
“I cittadini che hanno degli eventi importanti, non dunque una febbricola, non devono andare dal medico di famiglia. – ha continuato Pani – Quelli che invece stanno sviluppando difficoltà a respirare, sensazioni di svenimento, difficoltà a camminare o dolori marcati, in quel caso se c’è una relazione con il vaccino devono rivolgersi al loro medico di famiglia e a nessun altro. Non uso nessun altra categoria professionale, diversamente da altri casi, ma in questo caso è importante che sia il medico di famiglia che il paziente lo conosce.

 
Le segnalazioni in arrivo sono relative ai lotti giù sequestrati? A questo il Dg Aifa ha risposto in modo molto chiaro “Anche no, e questo in realtà a noi, checché uno ne potrebbe pensare in maniera contro intuitiva ci fa piacere. Perché se ovviamente si cominciano a sparpagliare su altri lotti, il rapporto segnale e disturbo, si diminuisce non aumenta. Saremmo molto preoccupati se dieci segnalazioni fossero tutte su un lotto. Anche qui quindi va contestualizzato. Se arrivassero segnalazioni su altri lotti noi saremmo più tranquilli”.
 
Questo può precludere al ritiro di altri lotti? “Si, divieto di utilizzo. Non lo escludo neanche da parte della magistratura che è sovrana”
 
Sul caso del decesso di Prato, su cui nel corso della giornata si sono susseguite voci se ci fosse o meno un legame con la vaccinazione Pani ha dichiarato “ha un legame con uno dei lotti, non esiste al momento e facciamo fatica, per fortuna, a trovare un rapporto causa effetto nel tipo di qualità di reazione. Se fosse una contaminazione o se fosse un problema di contaminazione, dovrebbero essere tutti uguali. Dovrebbero essere uguali la modalità con cui avviene l’evento, quindi dopo tot tempo, e dovrebbe essere uguale per esempio, per tutti una polmonite, allora si che ci sarebbe un rapporto causa effetto”.
 
Il commissario dell’Iss, Walter Ricciardi, anche lui a Firenze per il congresso Simg ha dichiarato che “saranno pronti tra 30 giorni i risultati definitivi dei test, in corso all'Istituto superiore di Sanità, sui vaccini antinfluenzali, sotto osservazione dopo la morte di 5 persone. “Ma già martedì ci saranno le prime risposte sul profilo tossicologico” .
 
Ricciardi ha inoltre sottolineato come le procedure messe in atto dall'Aifa nel bloccare i lotti sospetti e nel seguire le segnalazioni di farmacovigilanza sia "una dimostrazione che il sistema funzione in Italia. Al di là di tutte le difficoltà". Per questo "i cittadini devono stare tranquilli. La campagna vaccinale non deve essere abbandonata, perché i rischi legati alla mancata profilassi sono elevati. Ogni anno contiamo 8 mila morti per complicanze  nonostante la vaccinazione. Immaginiamo cosa potrebbe accadere senza vaccino"    

28 novembre 2014
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy