Quotidiano on line
di informazione sanitaria
20 OTTOBRE 2019
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Statine. FederAnziani contro il Veneto: “Le nega agli over 80”. La Regione: “Delirante”. L'Aifa: “La Nota 13 prevede rimborso solo a ultra ottantenni a rischio”

Veneto e Asl di Chioggia accusate di aver forzato la nota 13 sulle statine. Ma Regione e Asl  smentiscono categoricamente. Aifa ribadisce che le statine sono rimborsabili per tutti gli over 65, compresi gli ottantenni, in presenza di rischio cardiovascolare. Ma conferma che dopo gli 80, se la persona non ha problemi di cuore, non sono consigliate e quindi non rimborsate.

09 GEN - Nel primo pomeriggio di ieri, Federanziani, in un comunicato stampa, accusava la Regione Veneto, e in particolare la Ulss 14 di Chioggia, di negare il rimborso per le statine ai pazienti over 80 interpretando in maniera "ragionieristica" la Nota 13 dell'Aifa. “Redigere delibere e determine è un atto delicatissimo e non si possono omettere frasi importanti come quelle della nota 13 Aifa sui pazienti anziani. Nella nota è, infatti - scriveva Federanziani - ben specificato che 'nei pazienti con età maggiore di 65 anni ma con evidenza di malattia coronarica, vascolare o diabete mellito la rimborsabilità dei farmaci ipolipemizzanti è a carico del Ssn per definizione, dovendosi considerare questi pazienti in prevenzione secondaria'; in questo caso, la nota non afferma che al compimento dell’80esimo anno la spesa non è più a carico dell’Ssn (è vero per la prevenzione secondaria). Pertanto l’interpretazione delle varie Regioni e delle Asl che omettono il riferimento alla prevenzione secondaria è errata, ed appare ispirata esclusivamente ad una logica di carattere ragionieristico".


Poche ore più tardi, in un secondo comunicato, Federanziani eliminava ogni riferimento alla Ulss 14 di Chioggia. Nella nota stampa l'associazione continuava però a chiedere "la rimozione dei funzionari della sanità veneta al fine di non dar colpa ai politici che, come nel Veneto, sono riusciti a dare alti standard qualitativi alla Sanità regionale”.

Cercando di far luce sulla questione, abbiamo contattato l'Aifa che ci ha spiegato la ratio alla base della Nota 13. "Per i pazienti over 65 con un livello di colesterolo alto, diabete o malattie cardiovascolari, la rimborsabilità dei farmaci ipolipemizzanti è a carico del Ssn per definizione, e continua ad esserlo anche dopo gli 80 anni come ben spiegato nella stessa nota. Non è quindi prevista in nessun caso un'interruzione della rimborsabilità del trattamento per motivi di età. Se, invece, un paziente supera gli 80 anni senza avere diabete o alti livelli di colesterolo o, ancora, senza aver mai avuto disturbi a livello cardiovascolare, è meglio evitare la somministrazione di statine sia perché non esistono evidenze scientifiche sufficienti a sostegno dell'opportunità del trattamento, sia perché tale somministrazione potrebbe rilevarsi addirittura controproducente per la salute del paziente".

A questo punto, chiarito il campo d'azione della Nota 13, abbiamo contattato lo stesso assessorato alla Sanità della Regione Veneto che ha respinto le accuse di Federanziani, giudicando il comunicato "delirante". Dall'assessorato ci hanno spiegato che la Regione si è limitata a recepire e trasmettere la Nota dell'Ente regolatorio senza sottoporla a nessuna interpretazione.
 
Successivamente, anche l'ultimo attore in scena, la Ulss di Chioggia, coinvolta suo malgrado nella vicenda, ha smentito categoricamente la denuncia di Federanziani al punto da non escludere un eventuale iter legale nei confronti dell'associazione. "La nota dell’Aifa, trasmessa a tutte le Ulss venete con nota regionale (15.10.2014, n. 432187), è stata a sua volta trasmessa dall’Ulss 14 ai prescrittori con una lettera del Direttore dei Servizi farmaceutici aziendale. Non esiste nessuna determina del Direttore Generale dell’Ulss 14 di Chioggia - ha sottolineato l'Azienda -. Spiace constatare i toni offensivi con cui la nota della Federanziani si riferisce all’Ulss di Chioggia che si è limitata a trasmettere un provvedimento nazionale dell’Aifa". 
 
Giovanni Rodriquez

09 gennaio 2015
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy