Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Giovedì 19 SETTEMBRE 2019
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Pillola 5 giorni dopo. Resterebbe obbligo ricetta ma via il test di gravidanza

Queste le indiscrezioni trapelate oggi sulle decisioni che starebbe per assumere l’Aifa dopo la scelta dell’Ema di togliere l’obbligo di prescrizione al farmaco per la contraccezione d’emergenza. Garavini (Pd): "Se confermato obbligo prescrizione, brutta notizia per donne italiane".

29 GEN - “Secondo quanto si apprende da alcune anticipazioni di stampa, l’Aifa intende confermare l’obbligo della prescrizione medica per l’acquisto del contraccettivo d’emergenza, noto come ‘pillola dei 5 giorni dopo’. Decadrebbe così solo l’obbligo del test di gravidanza, che peraltro esiste solo in Italia".
Così Laura Garavini, deputata del Partito Democratico, che ha presentato una dettagliata interrogazione al Ministro della Salute in merito all’uso della pillola dei 5 giorni dopo nella quale spiega che “questo farmaco non è affatto abortivo perché agisce bloccando l’ovulazione e non interrompendo una gravidanza e che solo in Croazia, Grecia, Ungheria, Italia, Liechtenstein e Polonia vige l’obbligo della prescrizione”.
"Aspettiamo di conoscere la decisione ufficiale - ha aggiunto Garvavini - ma se fossero confermati questi orientamenti sarebbe una brutta notizia per le donne italiane che subiranno un trattamento diverso da quello assicurato alle donne degli altri Paesi europei dove il farmaco può essere liberamente acquistato in farmacia, come stabilito dalla direttiva dell’Ema la quale ha spiegato che la pillola è ancora più efficace se assunta entro le 24 ore dal rapporto sessuale a rischio e dunque la cancellazione dell’obbligo di ricetta è finalizzata a velocizzarne l’assunzione“.

29 gennaio 2015
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy