Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Giovedì 19 SETTEMBRE 2019
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Ddl concorrenza. Altroconsumo: “Con vendita farmaci Fascia C fuori da farmacie i cittadini risparmierebbero 600 mln l’anno”

Ad oggi è liberalizzata solo la vendita dei farmaci senza ricetta, “pagare lo stesso farmaco 10.50€ invece di 5.49€, in due farmacie diverse è la realtà”, denuncia Altroconsumo in un documento frutto di una sua inchiesta. Quanto ai tagli alla sanità recepiti nel Dl Enti locali: "Razionalizzare le risorse là dove ci sono sprechi, cattiva gestione, malaffare, spostando, non tagliando. I risparmi ottenuti restino nel Ssn". L'INCHIESTA

28 LUG - “La possibilità di vendere farmaci in fascia C con ricetta anche fuori dalla farmacia permetterebbe ai cittadini di risparmiare almeno 600 milioni di euro all'anno. Purtroppo alla vigilia del voto sul Ddl concorrenza nessun cenno alla novità, nonostante il risparmio sulla spesa sia la priorità”. Questo il commento di Altroconsumo sull Ddl concorrenza attualmente all’esame delle commissioni Finanze e Attività Produttive della Camera.

Ad oggi è liberalizzata solo la vendita dei farmaci senza ricetta, “pagare lo stesso farmaco 10.50€ invece di 5.49€, in due farmacie diverse è la realtà”, denuncia Altroconsumo in un documento frutto di una sua inchiesta. “Sono questi gli effetti di una liberalizzazione monca, che stimola solo in parte concorrenza e trasparenza, anche se ha permesso di contenere l’aumento dei prezzi - negli otto anni precedenti la liberalizzazione i farmaci SOP e OTC erano aumentati del 35%; otto anni dopo del 12%. Nell’attesa – prosegue l’associazione - i cittadini devono giocare il proprio ruolo di stimolo alla la concorrenza, chiedendo il prezzo del farmaco prima di acquistarlo, cambiando punto vendita se il prezzo appare troppo alto. Nei corner degli ipermercati si risparmia mediamente il 14%, ma tra una farmacia e l’altra ci possono essere differenze anche del 50% come dimostra l’inchiesta. Sui farmaci con ricetta dal 2013 le farmacie possono concedere sconti ed è possibile scegliere il farmaco generico, con un risparmio medio del 30%. Ma il ruolo del singolo non basta senza decisioni strutturali di sistema”.

 
Sanità: spendere meglio, non spendere meno. La proposta concordata con le Regioni attualmente all'esame del Senato, prevede una razionalizzazione della spesa per beni e servizi, fra cui i dispositivi medici e la riduzione delle prestazioni inappropriate (tutti quegli esami che non servono e che potrebbero addirittura peggiorare la nostra salute). "Con la prossima legge di stabilità alla sanità saranno sottratte risorse importanti, come si sta facendo da troppo tempo a questa parte. Con l’effetto, già visto, di spostare la richiesta di prestazioni verso il privato per chi se lo può permettere, o di rinunciare alle cure per chi non ha i soldi per pagare. Razionalizzare le risorse là dove ci sono sprechi, cattiva gestione, malaffare, spostando, non tagliando; chiarezza, concretezza, trasparenza nell’ indicare con precisione dove e soprattutto come si vuole intervenire e dove sarà riallocato quanto si risparmia. I risparmi di questa operazione restino come risorse da riutilizzare all’interno del sistema sanitario, a beneficio dei cittadini e a tutela del Servizio sanitario pubblico, una realtà fondamentale per il nostro Paese. Col coraggio di cambiare - conclude Altroconsumo - smettendo di garantire vecchi privilegi ormai legati a logiche del passato".

28 luglio 2015
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy