Quotidiano on line
di informazione sanitaria
29 MAGGIO 2016
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Diabete. Dormire meno di otto ore aumenta rischio tra gli adolescenti

Una riduzione cronica di due ore di sonno al giorno negli adolescenti è sufficiente a far diminuire la sensibilità all'insulina, aumentando il rischio di diabete di tipo 2.

23 MAR - (Reuters Health) - Gli adolescenti che dormono meno di otto ore a notte hanno più probabilità di essere sovrappeso e di avere una ridotta sensibilità all’insulina, che può portare al diabete di tipo 2. Questo è quanto emerge da uno studio brasiliano pubblicato su JAMA Pediatry. “Ci sono diversi studi negli adulti che mostrano una stretta relazione tra la privazione del sonno e l’aumento dei fattori di rischio cardiovascolare, tra cui anche l’aumento della prevalenza di casi con obesità e diabete”, ha spiegato l’autore senior del lavoro, Bruno Geloneze del laboratorio di ricerca sul metabolismo e diabete presso l’Università di Campinas a San Paolo, in Brasile. “Nel nostro studio abbiamo dimostrato un aumento della resistenza all’insulina indipendentemente dalla presenza di obesità, fatto che suggerisce che la privazione del sonno e lo squilibrio metabolico sono collegati da un meccanismo intrinseco”.
 
Lo studio
I ricercatori hanno utilizzato i dati raccolti tra il 2011 e il 2014 di 615 giovani tra i 10 e i 19 anni. In media i ragazzi hanno riferito di dormire 7,9 ore per notte. I 257 ragazzi che dormivano meno di otto ore per notte tendevano ad avere un peso maggiore in rapporto alla loro altezza con una circonferenza della vita aumentata e ridotta sensibilità all’insulina rispetto a quelli che dormivano di più. “I risultati sono coerenti con studi epidemiologici che hanno esaminato l’associazione tra la durata del sonno e l’obesità nei bambini e giovani adulti”, ha commnetato Eve Van Cauter dell’Università di Chicago.


Buone abitudini
Le necessità legate alle ore di sonno variano in base all’età, al sesso e allo stadio di maturità sessuale: per gli adolescenti sono in media necessarie nove/dieci ore di sonno. I genitori possono aiutare gli adolescenti a dormire di più limitando l’uso di dispositivi elettronici la sera, scoraggiando i figli ad usare il letto per altre azioni (leggere, fare i compiti) e incoraggiando le attività all’aria aperta e l’esercizio fisico durante il giorno.

Fonte: JAMA Pediatr 2016

Kathryn Doyle

(Versione italiana Quotidiano Sanità/Popular Science) 

23 marzo 2016
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

In redazione
Lucia Conti
Luciano Fassari
Ester Maragò
Giovanni Rodriquez

Collaboratori
Eva Antoniotti (Ordini e professioni)
Gennaro Barbieri (Regioni)
Ivan Cavicchi (Editorialista)
Fabrizio Gianfrate (Editorialista)
Ettore Mautone (Campania)
Maria Rita Montebelli (Scienza)
Claudio Risso (Piemonte)
Viola Rita (Scienza)
Edoardo Stucchi (Lombardia)
Vincino (Vignette)

Contatti
info@qsedizioni.it


Pubblicità
Tel. (+39) 02.28.17.26.15
(numero unico nazionale)
commerciale@qsedizioni.it

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy