Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Sabato 21 SETTEMBRE 2019
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Settimana mondiale delle vaccinazioni. Farmindustria: “Valorizzarne ruolo a tutela salute”

Il presidente Scaccabarozzi evidenzia come “1 euro speso per la vaccinazione può equivalere a 24 euro per curare chi si ammala”. E poi ricorda: “Italia può contare su centri internazionali che producono ed esportano in tutto il mondo”. Luppi: “I successi raggiunti dai vaccini e sensibilizzare sempre di più sulla loro importanza per la salute”

26 APR - I vaccini salvano la vita, ma nel mondo 1 bambino su 5 non è vaccinato. Il 15% dei bambini non è ancora vaccinato per il morbillo. Maggiore consapevolezza sulle vaccinazioni e impegno per migliorare le coperture vaccinali per proteggere la popolazione di tutte le età da malattie evitabili.  Sono gli obiettivi principali della “settimana dell’immunizzazione” promossa dall'Organizzazione Mondiale della Sanità dal 24 al 30 aprile che ha come slogan Close the immunization gap. Immunization for all throughout life”.
 
“Grazie alle vaccinazioni, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, ogni anno - afferma Massimo Scaccabarozzi, Presidente Farmindustria - si evitano fino a tre milioni di morti ma se ne potrebbero evitare ulteriori 1 milione e mezzo se migliorassero le coperture a livello mondiale. Vale anche nel nostro paese dove le coperture vaccinali negli ultimi anni sono in pericoloso calo. Un motivo in più per continuare a valorizzare il ruolo e l'importanza dei vaccini a tutela della salute e a vantaggio della crescita economica e sociale del Paese.

 
Vaiolo e poliomielite: chi li teme oggi? Certamente nessuno. Chi tra i nostri giovani ha conosciuto queste malattie? Il vaiolo è stato eradicato e siamo vicini all'eradicazione della poliomelite ancora presente in due paesi nel mondo. E questo proprio grazie ai vaccini. Uno strumento capace di realizzare risparmi significativi per lo Stato: 1 euro speso per la vaccinazione può equivalere a 24 euro per curare chi si ammala. Si tratta anche di un comparto industriale di eccellenza che in Italia può contare su centri internazionali che producono ed esportano in tutto il mondo. Un patrimonio di conoscenza e di salute da salvaguardare con una nuova governance che favorisca la ricerca di nuovi vaccini, investimenti e innovazione.”
 
“Una settimana per mettere sotto la luce dei riflettori - sostiene Nicoletta Luppi, Presidente del Gruppo Vaccini di Farmindustria - i successi raggiunti dai vaccini e sensibilizzare sempre di più sulla loro importanza per la salute. Molto è stato fatto ma molto rimane ancora da fare. Investire in prevenzione fin dalla nascita e per tutto l'arco della vita significa migliorare la vita delle persone, spendendo meno in futuro e rendendo sostenibile il sistema. Ecco perché è necessario approvare il più rapidamente possibile il nuovo Piano Nazionale Prevenzione Vaccinale, garantendo un rapido ed equo accesso ai vaccini disponibili e responsabilizzando gli operatori sanitari per raggiungere gli obiettivi di copertura vaccinale. Per questo sono necessarie campagne di sensibilizzazione che forniscano informazioni certificate scientificamente ai cittadini sul valore della vaccinazione per proteggere se stessi, i propri figli e le comunità in cui vivono.”

26 aprile 2016
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy