Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 31 GENNAIO 2023
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Integratori alimentari. Italiani primi in Europa per spesa procapite: 41 euro l’anno


Gli integratori a base di nutrenti contenuti negli alimenti piacciono agli italiani, più che a tutti gli altri cittadini d’Europa. Il mercato della nutraceutica ha conquistato più di 7 punti percentuali nel giro di 24 mesi. I multivitaminici sono tra i prodotti più usati. Pediatri e ginecologi sono gli specialisti che maggiormente consigliano questo tipo di prodotti ai propri pazienti.

28 MAR - Gli italiani sono sempre più amanti della nutraceutica. In soli due anni, dal 2014 al 2016, il mercato degli integratori a base di principi nutrienti contenuti negli alimenti, ha guadagnato 7,4 punti percentuali. Tra i Paesi europei, l’Italia si colloca al primo posto per spesa pro capite per prodotti nutraceutici: in media ogni italiano spende 41 euro all’anno. Seguono Austria e Belgio, con 33 euro pro capite. A chiudere la classifica c’è la Francia con una spesa di 12 euro per cittadino.
 
I dati sono di QuintilesIMS Italia e sono stati presentati oggi da Filippo Boschetti, Head of Marketing, Strategy & Innovation – Consumer Health di QuintilesIMS Italia, durante Nutra Days, l'evento a cura di Cum Grano Salis, dedicato al mondo dell'integrazione alimentare.
 
Benché il mercato Consumer Health segni una perdita dell' 1%, paragonando i dati del 2016 a quelli del 2015, il segmento della nutraceutica continua a trainare tutto il settore, soprattutto grazie ai multivitaminici, con una crescita media del 7,3% in 3 anni, agli integratori gastro-intestinali con un +6,9% e agli integratori cardiovascolari con un aumento del 10,5%.
 
Sempre più utilizzati anche quelli per il sistema urinario, +7,9%, e i ricostituenti con 5,6 punti percentuali in più. Solo queste 5 categorie di nutraceutici occupano oltre il 70% del totale del mercato e continuano ad aumentare in media del 7,6%.
 
Tra i fattori di crescita, primo fra tutti è l’innovazione: solo tra il 2015 e il 2016 i lanci di nuovi prodotti hanno portato un incasso nei vari punti vendita di circa 230 milioni di euro.
 
Secondo le rilevazioni di QuintilesIMS Italia, i prodotti nutraceutici crescono anche grazie alla sempre maggior raccomandazione da parte dei medici. Pediatri e ginecologi sono tra gli specialisti che maggiormente consigliano questo tipo di prodotti ai propri pazienti, e il 90% dei medici generici dichiara di consigliare food supplement nella pratica quotidiana.
 
“Il mercato della nutraceutica rappresenta ormai un driver di crescita per tutto il mercato Consumer Health. Ne è la prova – ha concluso Boschetti - anche l’attenzione sempre crescente che le farmacie stanno dando a questo segmento di mercato, su cui oggi moltissimi farmacisti hanno deciso di puntare come leva di crescita per il proprio business”.
 

28 marzo 2017
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy