Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Venerdì 24 NOVEMBRE 2017
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Tumori, Roche presenta 20 farmaci oncologici al Congresso americano. Cancro al seno e al polmone: i risultati di nuove cure

Oltre 190 abstract su 20 farmaci oncologici saranno presentati da Roche, in occasione del congresso americano di oncologia Asco. Verranno illustrati anche i risultati iniziali di alcuni studi parte dell’ampio programma di sviluppo oncologico della stessa casa farmaceutica con i farmaci immunoterapici di nuova generazione, compreso il primo anticorpo bispecifico per le cellule T. L’appuntamento è a Chicago, dal 2 al 6 giugno. IL CALENDARIO

17 MAG - Nuovi passi in avanti per la ricerca per la cura del tumore al seno e al polmone: due recenti studi mostrano un miglioramento rispetto ai rispettivi trattamenti standard. Si chiamano Aphinity e Alex, rispettivamente su pertuzumab nel trattamento del tumore al seno e su alectinib per quello al polmone, e saranno presentati al prossimo congresso americano di oncologia Asco, che si terrà a Chicago dal 2 al 6 giugno 2017.
 
Un’occasione importane anche per la presentazione di venti nuovi farmaci Roche, approvati o in fase di sperimentazione. Un numero che testimonia il grande impegno di ricerca e sviluppo della casa farmaceutica, una leadership per l’oncologia confermata da oltre 190 abstract che comprendono due “late breakers” e 24 presentazioni orali.
 
Aphinity è uno studio randomizzato di fase III per la valutazione di pertuzumab in associazione con trastuzumab e chemioterapia come trattamento adiuvante (post-operatorio) per le pazienti con carcinoma mammario HER2-positivo in stadio iniziale. E' stato condotto in collaborazione con il Breast International Group (BIG), il Breast European Adjuvant Study Team (BrEAST) e la fondazione Frontier Science (FS).

 
Alex è uno studio randomizzato, multicentrico, in aperto, di fase III che confronta alectinib con crizotinib in persone affette da carcinoma polmonare non a piccole cellule (NSCLC) ALK-positivo non trattato in precedenza.
 
Negli ultimi anni sono stati fatti molti progressi nell'area dell'immunoterapia oncologica. Con l’obiettivo di mettere a disposizione dei pazienti una nuova generazione di farmaci immunoterapici, Roche continua a studiare nuove vie per rafforzare il sistema immunitario contro il tumore. Per questo motivo, Roche vanta oltre 20 immunoterapie oncologiche sperimentali in fase di sviluppo e 12 in fase di valutazione in studi clinici, e presenterà i primi risultati relativi al suo primo anticorpo bispecifico dei linfociti T (CEA-CD3 TCB: RG7802; RO6958688) per il trattamento dei tumori CEA-positivi, tra cui il carcinoma colorettale metastatico (mCRC).
 
Il marker tumorale CEA (antigene carcino embrionale) è una proteina che può esser prodotta in grandi quantità dalle cellule di diverse forme umorali, come colon-retto, polmone, mammella, fegato, pancreas, stomaco ed ovaie. Ad oggi il CEA viene utilizzato in pratica clinica come marcatore per la tipizzazione iniziale del processo neoplastico e per monitorare l’insorgenza di recidive. I dati relativi al primo anticorpo bispecifico dei linfociti T sono frutto di due studi di fase I attualmente in corso in cui CEA-CD3 TCB è utilizzato in monoterapia o in associazione con un’altra immunoterapia Roche, atezolizumab.

“Stiamo facendo grandi progressi nell'area della medicina personalizzata e dell’immunoterapia oncologica - ha affermato Sandra Horning, Chief Medical Officer e Head of Global Product Development di Roche - Con l’obiettivo di voler sempre più curare i tumori, ci impegniamo attraverso una costante ricerca e collaborazioni strategiche per sviluppare nuovi farmaci e associazioni di farmaci, integrando il tutto - ha concluso -  ad una diagnostica sofisticata e ad ampi corpus di dati”.

17 maggio 2017
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy