Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Venerdì 20 OTTOBRE 2017
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Diabete. Si a birra e vino con moderazione, no al binge drinking

Ancora uno studio sul rapporto tra consmo d’alcol e  rischio di sviluppare diabete.  Second uno studio danese, un  bicchiere di vino o una birra  al giorno sarebbero in grado  di ridurre il rischio della  malattia metabolica nel 27%  degli uomini e nel 32% delle  donne. La birra, però, sembra proteggere solo gli uomini

03 AGO - (Reuters Health) – Una birra o un bicchiere di vino al  giorno, piuttosto che diversi cocktail il sabato sera,  ridurrebbero del 27% la probabilità di sviluppare il diabete, negli uomini, e del  32%, nelle donne. A  ipotizzarlo è uno studio danese, secondo il quale lo stesso quantitativo di alcool assunto tutto insieme  aumenterebbe la probabilità di soffrire di questa  malattia metabolica. La ricerca, coordinata da Janne  Tolstrup dell’University of  Southern Denmark, è stata  pubblicata da Diabetologia.

Lo studio
I ricercatori hanno esaminato  i dati raccolti da un’ indagine condotta su 70.551 uomini e donne che non  avevano diabete all’inizio della ricerca. La metà dei partecipanti è stata seguita per cinque o più anni.  Durante lo studio, 859 uomini e 887 donne hanno sviluppato la malattia metabolica. E come in altri studi, anche questa ricerca ha dimostrato che il rischio di sviluppare  questa malattia cronica era  inferiore tra le persone che  consumavano quantità moderate di alcool. Rispetto ai non bevitori, gli uomini che  consumavano 14 drink a settimana avevano una probabilità del 43% più bassa di sviluppare il diabete e le  donne che bevevano nove drink  a settimana avevano una  percentuale più bassa del 58%. In realtà, lo studio non ha  incluso il cosiddetto binge drinking, ovvero l’assunzione  di molto alcol tutto insieme,  solitamente nel fine  settimana, e dunque non può  dimostrare quanto l’eccessivo  consumo di bevande alcooliche possa essere positivo o negativo per il rischio di diabete.


Ma ciò che si beve sembra comunque essere  importante. Così, i  partecipanti che bevevano  almeno sette bicchieri di  vino la settimana avevano il 25 – 30% in meno di probabilità di sviluppare diabete rispetto alle chi non beveva più di un bicchiere a  settimana. La birra, invece,  sembrerebbe proteggere solo gli uomini. Consumando da una a sei birre la settimana ci sarebbe una riduzione del rischio di diabete del 21% rispetto a bere meno di una birra a settimana. Mentre  liquori e superalcolici non aiuterebbero affatto.

Il messaggio chiave, comunque,  “non è certo che bere frequentemente protegge contro il diabete”, evidenzia  Tim Stockwell, del Center for Addictions Research e professore alla University of British Columbia di Vancouver, in Canada. “Ci sono diverse  malattie associate all’abuso di alcool, inclusi tumori all’apparato digerente, al seno e probabilmente alla prostata.  La gente dovrebbe consumare alcool con misura, non pensando che abbia proprietà  terapeutiche.

Fonte: Diabetologia

Lisa Rapaport

(Versione italiana Quotidiano  Sanità/Popular Science)

03 agosto 2017
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

In redazione
Lucia Conti
Ester Maragò
Giovanni Rodriquez

Collaboratori
Eva Antoniotti (Ordini e professioni)
Ivan Cavicchi (Editorialista)
Fabrizio Gianfrate (Editorialista)
Ettore Mautone (Campania)
Maria Rita Montebelli (Scienza)
Claudio Risso (Piemonte)
Edoardo Stucchi (Lombardia)
Vincino (Vignette)

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy