Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Venerdì 24 NOVEMBRE 2017
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Il mal di schiena si combatte allenandosi

Una revisione dei lavori pubblicati suggerisce che praticare dell’esercizio fisico è utile sia per ridurre il rischio di soffrire di mal di schiena, sia per ridurre il dolore proveniente dalla schiena stessa. Non solo: l’attività fisica riduce del 38% il rischio di invalidità dovuto al mal dolore alla schiena

11 NOV - (Reuters Health)Rahman Shiri e colleghi, dell’Istituto finlandese per la salute sul lavoro di Helsinki,  hanno analizzato gli effetti  dell’attività fisica da sola o associata al livello di esercizio dei partecipanti  attraveros una metanalsi dei più importanti studi  pubblicati sull’argomento. Complessivamente, gli studi  inclusi nell’analisi hanno riguardato un totale di 4.310 partecipanti. I lavori comprendevano da 30 a 901  partecipanti e il periodo di follow-up variava da 2 a 24 mesi. Molti studi comprendevano esercizi di  stretching e alcuni di questo hanno esaminato il rafforzamento, la capacità aerobica, la resistenza, l’equilibrio, il coordinamento e le competenze motorie.

Le evidenze
Si è così evidenziato, nell’analisi dei dati tratti da 16 studi, che coloro che praticavano attività fisica mostravano il 33% in meno di probabilità di sviluppare dolore alla schiena, rispetto a chi non praticava esercizio  fisico. Inoltre l’abitudine del paziente all’esercizio  fisico è stata associata con probabilità inferiori del 27% di sviluppare mal di schiena. “Lo studio dimostra che gli esercizi per rafforzare e allungare i muscoli lombari e addominali, o una combinazione di esercizi di rafforzamento e aerobica, proteggono dal dolore alla schiena”, ha dichiarato Rahman Shiri. “Inoltre, l’esercizio riduce la gravità del dolore alla schiena e la  disabilità causata da questo dolore”.


Va aggiunto che quattro degli studi considerati sono stati condotti in Giappone, tre in Danimarca, due in Svezia e uno in Canada, Finlandia, Italia, Nuova Zelanda, Thailandia, Regno Unito e Stati Uniti. Inoltre cinque studi comprendevano solo persone che non avevano il  mal di schiena per vedere se lo avrebbero sviluppato in seguito, mentre il resto  degli studi esaminati includeva i partecipanti con e senza dolore alla schiena. Un’analisi dei dati di 5 studi ha evidenziato che da sola, l’attività fisica, rispetto all’inattività, era  associata ad un minore  rischio di invalidità del 38% dovuta al dolore alla schiena.

Fonte: Am J Epidemiol 2017

Lisa Rapaport

(Versione italiana Quotidiano Sanità/Nutri e Previeni)

11 novembre 2017
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy