Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Lunedì 08 AGOSTO 2022
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Diabete 1. Mini-dose di glucagone previene ipoglicemia da attività fisica

di Reuters Staff

Rispetto ad approcci come riduzione dell'insulina basale o compresse di glucosio, la somministrazione sottocute di glucagone consentirebbe di tenere meglio sotto controllo i livelli di glucosio nel sangue. Lo studio su Diabetes Care

29 MAG - (Reuters Health) – Per prevenire l'ipoglicemia associata ad attività fisica tra chi soffre di diabete di tipo 1, basterebbe una somministrazione sottocutanea di una mini dose di glucagone. È il risultato di un piccolo studio pubblicato su Diabetes Care e condotto da un gruppo di ricerca guidato da Stephanie DuBose, del Jaeb Center for Health Research di Tampa, in Florida.

La premessa
L'attività fisica è indicata nelle persone che soffrono di diabete di tipo 1, ma potrebbe provocare ipoglicemia. L'esercizio, infatti, determinerebbe un calo della secrezione di insulina e un aumento della secrezione di glucagone, nelle persone sane, ma in quelle con diabete di tipo 1 l'insulina non diminuirebbe, anzi potrebbe aumentare, mentre i livelli di glucagone resterebbero stabili.

Lo studio
DuBose e colleghi hanno confrontato la risposta glicemica a 45 minuti di esercizio in quattro situazioni: senza intervento, con riduzione del 50% dell'insulina basale, somministrando compresse di glucosio o iniettando 150 mcg di glucagone sottocute, su 15 adulti. Dai risultati sarebbe emerso che il glucosio plasmatico era leggermente aumentato quando i partecipanti allo studio usavano la mini-dose di glucagone, mentre era diminuito nel gruppo di controllo e in quello che si sottoponeva a riduzione dell'insulina ed era aumentato troppo tra chi aveva assunto le compresse di glucosio.

I livelli di insulina, invece, sarebbero stati uguali, in tutte le situazioni studiate. In particolare, sei partecipanti allo studio hanno sviluppato ipoglicemia nelle condizioni di controllo e cinque lo hanno fatto con riduzione di insulina, ma non vi sono stati episodi di ipoglicemia con mini-dose di glucagone o con compresse di glucosio. L'iperglicemia, infine, avrebbe interessato cinque soggetti trattati con compresse di glucosio e uno trattato con la mini-dose di glucagone.

“La mini-dose di glucagone potrebbe essere più efficace rispetto alla riduzione dell'insulina basale nel prevenire l'ipoglicemia indotta da esercizio fisico”, hanno concluso DuBose e colleghi.

Fonte: Diabetes Care

Reuters Staff

(Versione italiana Quotidiano Sanità/ Popular Science)

29 maggio 2018
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy