Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Lunedì 19 NOVEMBRE 2018
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Sigarette elettroniche. La Fda dichiara guerra a produttori e rivenditori: “Stop a vendita ai minori. Senza interventi, pronti a vietare i prodotti aromatizzati”

L’Agenzia americana denuncia il boom delle e-cig tra i giovani e ingaggia una battaglia contro rivenditori e produttori. Inviate più di 1.300 lettere di avvertimento ai rivenditori, anche online, dopo un blitz estivo in cui sono emerse numerose violazioni. Nel mirino soprattutto le 5 principali aziende produttrici per le loro politiche di marketing che strizzano l’occhio ai minori. Avranno 60 giorni di tempo per presentare piani di contrasto. Senza soluzioni tra le prime azioni dirompenti ci potrebbe essere il ritiro dal mercato dei prodotti aromatizzati. LA NOTA FDA

12 SET - La Food and Drug Administration statunitense dichiara guerra a rivenditori e produttori che favoriscono la vendita di sigarette elettroniche ai minori. 
 
L'agenzia ha emesso più di 1.300 lettere di avvertimento e denunce di sanzioni economiche nei confronti di rivenditori che hanno venduto illegalmente le e-cig e altri prodotti di sigarette elettroniche ai minori. In seguito ad un blitz svoltosi quest’estate  è emerso infatti un numero tale di violazioni che ha evidenziato una diffusione che la FDA definisce di “proporzioni epidemiche tra i giovani”.
 
Per questo motivo il Commissario della FDA Scott Gottlieb, ha segnalato che l'agenzia è impegnata in un “approccio globale per affrontare la dipendenza dalla nicotina”. “Ma allo stesso tempo – rileva - , vediamo chiari segni che l'uso tra i giovani delle sigarette elettroniche ha raggiunto una proporzione epidemica, e dobbiamo correggere alcuni aspetti della nostra strategia per arginare questo pericolo”. E il primo passo sono proprio “le azioni che stiamo prendendo oggi per reprimere le vendite al dettaglio di e-cig ai minori. Rivedremo anche la nostra politica di conformità che ha esteso i tempi per i produttori di alcune e-cig aromatizzate per presentare le domande di autorizzazione all’immissione in commercio. Credo che certi sapori siano uno dei principali driver che fa presa sui giovani”.

 
“Mentre continuiamo a impegnarci in politiche che promuovano il potenziale delle sigarette elettroniche per aiutare i fumatori adulti ad allontanarsi dalle sigarette combustibili – evidenzia - , questo lavoro non può venire a scapito dei minori. Non possiamo permettere che un'intera nuova generazione diventi dipendente dalla nicotina”.
 
Per questo “nelle prossime settimane, intraprenderemo ulteriori azioni nell'ambito del nostro Piano di prevenzione del tabacco per i giovani per affrontare immediatamente l'accesso dei giovani e l'appeal che suscitano questi prodotti”.
 
Le richieste ai produttori. “Oggi – afferma Gottlieb - abbiamo chiesto a cinque produttori di sigarette elettroniche di proporre piani per invertire immediatamente e sostanzialmente queste tendenze”. Se ciò non dovesse avvenire la FDA potrebbe decidere “di riconsiderare l'estensione delle date di conformità per la presentazione delle domande di immissione nel mercato”.
 
“Tuttavia, pur sapendo che le sigarette elettroniche possono offrire un'alternativa potenzialmente più a basso rischio per i fumatori adulti, non consentiremo che le attuali tendenze in materia di accesso e utilizzo tra i minori proseguano, anche se ciò significherà porre limiti che riducano l'uso da parte degli adulti di questi prodotti”.
 
Le 1300 ammende ai rivenditori. Le oltre 1.300 lettere di avvertimento e ammende ai rivenditori annunciate oggi fanno del risultato di un blitz su scala nazionale, per reprimere la vendita di sigarette elettroniche ai minorenni sia presso i rivenditori fisici che online, che è stata condotta questa estate. La stragrande maggioranza delle violazioni riguardava la vendita illegale di cinque prodotti di e-cig:  Vuse, Blu, JUUL, MarkTen XL e Logic. Questi cinque marchi rappresentano attualmente oltre il 97 percento del mercato statunitense delle sigarette elettroniche. Inoltre, oggi la FDA ha anche emesso 12 lettere di avvertimento ad altri rivenditori online che stanno vendendo liquidi etichettati e / o pubblicizzati in modo fuorviante e assimilabile a prodotti alimentari adatti ai bambini come caramelle e biscotti.

60 giorni di tempo alle aziende per trovare soluzioni a contrasto della vendita ai minori. Senza soluzioni ritiro dal mercato dei prodotti aromatizzati. L'agenzia ha chiesto a ciascuna azienda di presentare alla FDA entro 60 giorni dei piani che definiscano come impedire l'accesso e l’uso dei prodotti tra i minori. “Se non riusciranno a farlo, o se i piani non affronteranno in modo appropriato questo problema, la FDA valuterà l’opportunità di rivedere la sua politica. Ciò potrebbe significare come primo passo il ritiro dal mercato di alcuni o tutti i prodotti aromatizzati che potrebbero contribuire all'aumento dell'uso tra i giovani”.

12 settembre 2018
© Riproduzione riservata


Allegati:

spacer La nota FDA

Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy