Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Giovedì 20 GIUGNO 2019
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Fumo: meno tossine per i ‘vaper’ rispetto ai fumatori

Uno studio conferma che le e-cig possono essere efficaci per smettere di fumare perché meno tossiche, anche se chi “svapa” è esposto a un livello di tossicità più elevato dei non fumatori. Da evitare invece il doppio utilizzo di device elettronici e bionde tradizionali.

17 DIC - (Reuters Health) – Chi fuma sigarette elettroniche (i cosiddetti “vapers”) inalano livelli significativamente inferiori di sostanze chimiche tossiche rispetto ai fumatori di sigarette tradizionali.

È quanto suggerisce un nuovo studio condotto presso il Roswell Park Cancer Center, in USA.

Rispetto ai non fumatori, i vapers mostrano una maggiore quantità di biomarcatori di sostanze chimiche tossiche nelle loro urine, ma a livelli più bassi rispetto ai fumatori di sigarette tradizionali”, dice Maciej Goniewicz, autore principale dello studio. ”Per i fumatori che cercano di smettere potrebbe essere utile usare le e-cig come transizione”.

Ma dallo studio emerge anche che alcuni utenti di sigarette elettroniche finiscono per svapare e fumare allo stesso tempo. Un numero significativo di persone intervistate si sono infatti rivelate “doppi utilizzatori”, con biomarcatori che mostravano un consumo più elevato di nicotina e sostanze tossiche.

Lo studio
Goniewicz e colleghi hanno analizzato i dati 2013-2014 del Population Assessment of Tobacco and Health Study, che è stato progettato a livello nazionale per valutare l’uso del tabacco e la salute negli Stati Uniti.


I 5.105 partecipanti adulti hanno fornito campioni di urina per l’analisi dei biomarcatori. 

Complessivamente, 2.411 dei volontari fumavano solo sigarette, 247 usavano solo e-cig, 792 usavano sia sigarette tradizionali che sigarette elettroniche e 1.655 non avevano mai né svapato né fumato.

I doppi utilizzatori avevano i più alti livelli di biomarcatori di nicotina, seguiti da quelli che fumavano solo sigarette tradizionali. I biomarcatori per il piombo e il cadmio erano più bassi nei vapers rispetto ai fumatori, ma ancora significativamente più alti rispetto ai non fumatori.

L’esposizione a nitrosammine specifiche del tabacco che causano il cancro era molto più alta nei fumatori e nei doppi utilizzatori rispetto a coloro che usavano solo sigarette elettroniche o non usavano mai tabacco. Lo stesso valeva per molte altre sostanze tossiche.

I commenti
Secondo gli esperti lo studio aiuta a chiarire i rischi per la salute legati alle sigarette elettroniche. “L’uso delle e-cig è aumentato in modo significativo e stiamo tutti cercando di capirne i potenziali rischi e benefici rispetto alle sigarette tradizionali”, dice Michael Lynch, tossicologo, medico di medicina d’urgenza e direttore medico del Pittsburgh Poison Center alla University of Pittsburgh Medical Center. “Ma i risultati dovrebbero essere presi come preliminari, in quanto non ci sono così tanti consumatori di sigarette elettroniche che possano pareggiare quelli di sigarette tradizonali.”
 
Fonte: Jama Network Open.
Linda Carroll
(Versione italiana Quotidiano Sanità/Popular Science)

17 dicembre 2018
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy