Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Venerdì 18 GENNNAIO 2019
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Morbillo. Da novembre 2017 a ottobre 2018 più di 13mila casi in Europa. In sei Paesi (tra cui l’Italia) l’86% dei casi

I sei Paesi più colpiti sono nell’ordine la Grecia (2.884 casi), la Francia (2.863), l'Italia (2.552), la Romania (1.611), il Regno Unito (1.019) e la Slovacchia (487). La maggior parte dei casi segnalati è relativa a soggetti non vaccinati (81% dei casi), cui si aggiunge un altro 11% vaccinato con una sola dose. IL RAPPORTO ECDC.

10 GEN - Nuovo report del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie sul morbillo. Il periodo di riferimento sono i 12 mesi che vanno dal novembre 2017 all’ottobre 2018 quando si segnalano complessivamente 13.144 casi di morbillo in Europa con cinque paesi che da soli con 10.929 casi costituiscono l’86% del totale.
 
I sei Paesi più colpiti sono nell’ordine la Grecia (2.884 casi), la Francia (2.863), l'Italia (2.552), la Romania (1.611), il Regno Unito (1.019) e la Slovacchia (487).
 
Rapportando i dati alla popolazione la Grecia mantiene il primato in classifica con 267,8 casi per milione di abitanti, segue la Slovacchia con 89,6 casi, la Romania con 82 e poi la Francia con 42,7 casi e l’Italia con 42,1 (il Regno Unito ha un rapporto molto più basso rispetto a questo quartetto con “soli” 15,5 casi per milione di abitanti).
 
Nei 12 mesi osservato sono stati segnalati 37 morti per morbillo in 4 Paesi: Romania (24), Italia (7), Francia (3) e Grecia (3).
 
Dei 13.143 casi con età nota, 4004 (30%) erano bambini sotto i cinque anni e 6600 (50%) erano da 15 anni o più. 
 
I tassi di notifica più alti sono stati registrati in bambini al di sotto di un anno (289,7 casi per milione) e età compresa tra 1 e 4 anni (119,6 casi per milione). 
 
La maggior parte dei casi segnalati è relativa a soggetti non vaccinati (81% dei casi), cui si aggiunge un altro 11% vaccinato con una sola dose.
 
Osservando l’andamento nei 12 mesi di riferimento spicca il caso della Slovacchia con un picco di casi (257) a luglio 2018 a fronte dei pochissimi casi (vicini allo zero) nei mesi precedenti. Un picco che è calato bruscamente nei mesi successivi fino ai 16 casi segnalati ad ottobre.
 
In Italia il picco è stato segnalato ad aprile 2018 con 467 casi, diminuiti fino ai 75 di ottobre.
 
 

 
 
 


10 gennaio 2019
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy