Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Venerdì 23 AGOSTO 2019
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Lesioni al ginocchio associate a maggior incidenza di artrosi

Le lesioni a carico dei tessuti flessibili del ginocchio, come legamento crociato anteriore e menisco, incidono fortemente sulle possibilità di sviluppare un’osteoartosi, perchè possono modificare la biomeccanica dell’articolazione e causare osteoporosi. Queste evidenze emergono da una review degli studi condotta da ricercatori danesi

03 GIU - (Reuters Health) – L’osteoartrosi al ginocchio si manifesta più comunemente nelle persone che hanno subito lesioni al legamento o alla cartilagine, giacché questi tessuti flessibili si logorano. Su questo aspetto un gruppo di ricercatori danesi hanno effettuato un’analisi retrospettiva degli studi precedenti.

Lo studio
I ricercatori – guidati da Erik Poulsen dell’Università della Danimarca meridionale a Odense – hanno analizzato i dati di 53 studi precedenti, per un totale di 1 milione di partecipanti e 185.000 lesioni al ginocchio. Hanno osservato che rispetto alle persone che non avevano subito lesioni al ginocchio, gli individui con lesioni al legamento crociato anteriore (ACL) avevano una probabilità 4 volte maggiore di sviluppare artrosi al ginocchio.

Le persone che avevano riportato lesioni alla cartilagine del menisco, da sole o in combinazione con una lesione del legamento crociato anteriore, avevano una probabilità di sei volte maggiore di sviluppare osteoartrosi. Inoltre le lesioni del menisco si sono rivelate un fattore di rischio maggiore rispetto a quelle del legamento crociato anteriore.


“La lesione danneggia il tessuto ed è raro che si verifichi un recupero completo”, spiega Poulsen, “Cartilagine e legamenti hanno una capacità di guarigione limitata, poiché ricevono meno sangue e un cambiamento nella struttura dell’articolazione può modificarne la biomeccanica e causare l’osteoporosi. Inoltre, spesso, non risultano danneggiati solo il legamento o il menisco, ma anche la cartilagine e le ossa”.

Recuperare forza e funzione muscolare dopo l’infortunio
Tra le ricerche analizzate, 11 studi su circa 185.000 persone, di un età media di 28 anni al momento dell’infortunio, si concentravano sugli infortuni del legamento crociato anteriore. Ventidue riguardavano le lesioni meniscali, in 83.000 persone di un età media di 38 anni al momento dell’infortunio, e 25 esaminavano la lesione del legamento crociato anteriore in combinazione con le lesioni meniscali, in pazienti che avevano in media 31 anni. La maggior parte degli studi ha seguito i pazienti per almeno un decennio e il rischio di osteoartrite associata a lesioni al ginocchio è sembrato aumentare nel tempo.

“Ricominciare a fare sport dopo un infortunio non sembra essere associato ad un aumento del rischio di artrosi a lungo termine. Possiamo quindi spiegare ai pazienti l’importanza di recuperare la forza e la funzione muscolare, continuare l’attività fisica e non prendere peso”, afferma Adam Culvenor, ricercatore di medicina sportiva a La Trobe Università di Melbourne, che non ha partecipato allo studio. “Bisogna comunque sottolineare che ad oggi non esistono studi controllati, randomizzati, di qualità che dimostrino che l’artrosi post-traumatica possa essere prevenuta”.

Fonte: British Journal of Sports Medicine

Lisa Rapaport

(Versione italiana per Quotidiano Sanità/Popular Science)

03 giugno 2019
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy