Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 16 LUGLIO 2019
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Emicrania in gravidanza e complicanze per madri e bambini

Molti studi hanno messo in evidenza il rapporto fra l’emicrania delle gestanti e l’alterazione di alcuni parametri della salute dei nascituri. Per la prima volta uno studio retrospettivo danese, basato su due registri nazionali, correla l’emicrania materna a disturbi neurologici del figlio, come sindrome da distress respiratorio e convulsioni febbrili

10 LUG - (Reuters Health) – Le gestanti con emicrania hanno maggiori probabilità di sviluppare complicanze e anche i loro figli sono esposti a un maggior rischio di complicanze subito dopo la nascita. È quanto emerge da uno studio danese che ha utilizzato due registri nazionali. I ricercatori – guidati da Nils Skajaa della Aarhus University – hanno identificato 22.841 donne in gravidanza con emicrania e le hanno confrontate con 228.324 controparti senza emicrania.
È emersa una correlazione tra emicrania e problemi pressori legati alla gravidanza e aborto spontaneo.

Inoltre, i neonati di madri con emicrania presentavano tassi più elevati di basso peso alla nascita, sindrome da distress respiratorio e convulsioni febbrili rispetto a quelli delle donne senza emicrania.

Lo studio
Usando i dati del Danish National Patient Registry e del Danish Medical Birth Registry, Skajaa e colleghi hanno valutato le gravidanze avvenute tra il 2005 e il 2012. Quasi l’8% delle donne con emicrania presentava disturbi ipertensivi associati alla gravidanza e l’11,3% ha avuto aborti spontanei, mentre nelle partecipanti senza emicrania questi tassi si sono attestati rispettivamente al 5% e al 10,3%. Tra i neonati partoriti da queste donne, il 6,1% è nato con un basso peso, rispetto al 5,1% di quelli nati da madri senza emicrania. Inoltre, il 25,4% delle gravidanze di donne con emicrania si è conclusa con un parto cesareo, rispetto al 22,3% delle controparti.


Dopo aver considerato altri fattori che potevano influire sugli esiti, le donne con emicrania presentavano un rischio superiore del 50% di ipertensione associata alla gravidanza e il 10% in più del rischio di aborto spontaneo, mentre i neonati avevano il 14% in più del rischio di basso peso alla nascita e il 20% in più del rischio di venire alla luce con un parto cesareo.

Le donne che assumevano farmaci per l’emicrania non presentavano rischi più elevati di esiti avversi rispetto a quelle con emicrania non trattata. Questo dato suggerisce che è l’emicrania, piuttosto che il suo trattamento, ad essere legata agli esiti avversi.
 
Fonte: Headache 2019
 
Ankur Banerjee
 
(Versione Italiana Quotidiano Sanità/Popular Science)

10 luglio 2019
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy