Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Mercoledì 07 DICEMBRE 2022
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Coronavirus. Cimo Lombardia: “Ora sforzo su terapie intensive e ‘cordone sanitario’ su anziani”


Il sindacato: “Siamo in un momento critico e di aumento esponenziale dei ricoveri in terapia intensiva e quindi bene le nuove disponibilità di posti letto, che speriamo bastino, e le richieste dell’assessore Gallera di ottenere più medici e infermieri, ma che siano specializzati in quello che serve”.

05 MAR - “Massimo sforzo sulle dotazioni delle terapie intensive, “cordone sanitario” per gli anziani fino all’obbligo di non muoversi di casa e reclutamento straordinario di medici e sanitari ma solo specializzati in quello che ora serve”. Sono queste le raccomandazioni che CIMO Lombardia sottolinea come “le più importanti in questi giorni di aumentata emergenza nelle zone critiche e non solo”.
 
Per Giuseppe Ricciardi, medico e segretario regionale di CIMO Lombardia, sono “corrette le ultime misure del governo nazionale e regionale per affrontare l’acuirsi delle evidenze dell’epidemia, ma non bisogna abbassare la guardia, anzi rafforzare le misure su anziani e terapie intensive”.
 
“Siamo in un momento critico e di aumento esponenziale dei ricoveri in terapia intensiva e quindi bene le nuove disponibilità di posti letto, che speriamo bastino, e le richieste dell’assessore Gallera di ottenere più medici e infermieri, ma che siano specializzati in quello che serve” commenta Ricciardi, aggiungendo che “per la salvaguardia generale sarebbe auspicabile arrivare all’obbligo, e non solo la raccomandazione, di tutela degli anziani evitando loro contatti fuori casa o presso le case di cura dove risiedano. La loro “naturale” fragilità li espone troppo, anche nelle normali attività quotidiane”.  

05 marzo 2020
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy