Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Mercoledì 23 SETTEMBRE 2020
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Coronavirus. Chiusura scuole sì o no. Per Ecdc può funzionare in caso di epidemia influenzale ma non per questo nuovo virus che non impatta sui bambini. Anche se chiuderle potrebbe alleggerire indirettamente il carico per il Ssn


Il centro europeo spiega che la chiusura delle scuole sembra funzionare in caso di epidemia di una normale influenza come deterrente al contagio dei bambini particolarmente esposti al virus influenzale e grandi diffusori nel loro contesto familiare e nella comunità. Con il nuovo Coronavirus, invece, la chiusura delle scuole potrebbe avere semmai un effetto indiretto di alleggerimento dei sistemi sanitari se già provati da un picco dell'influenza stagionale. IL DOCUMENTO DELL'ECDC

05 MAR - In caso di influenza, “le chiusure scolastiche possono ridurre la trasmissione della malattia” ma i tempi e la durata sono fondamentali: chiusure non adeguate potrebbero non avere nessun impatto”. Sono le conclusioni di un rapporto Oms del 2019 sulle misure di salute pubblica da mettere in atto per mitigare l’impatto di epidemie o pandemie di influenza.
 

Ed è proprio a partire da questo rapporto dell'Oms che l'Ecdc, in un documento del 2 marzo scorso, prende posizione sull'opportunità o meno di chiudere le scuole di fronte all'attuale epidemia di COVID-19. In primo luogo, secondo il Cento europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie,  va presa in considerazione la differenza tra il virus influenzale, particolarmente diffuso tra i bambini che diventano a loro volta grandi trasmettitori in famiglia e nella comunità, e il nuovo Coronavirus.

 
In quest'ultimo caso siamo di fronte a un virus non particolarmente diffuso tra i bambini e sulla base dei dati dell’Oms in Cina sappiamo che, tra tutti i casi, solo il 2,4% coinvolge minori di 19 anni e solo una piccola parte di questi (il 2,5%), sviluppa una forma severa della malattia. D'altra parte al momento non è noto se i bambini abbiano un ruolo importante nella trasmissione del virus e quindi, secondo l'Ecdc, eventuali chiusure scolastiche proattive per ridurre la trasmissione di COVID-19 dovrebbero essere attentamente valutate caso per caso, soppesando l'impatto previsto dell'epidemia rispetto agli effetti avversi di tali chiusure sulla Comunità.

L'Ecdc spiega anche che la chiusura potrebbe però essere utile al fine di ridurre l’impatto dell’influenza stagionale sui sistemi sanitari “e quindi ampliare la capacità digestione dei casi di COVID-19 da parte dei sistemi sanitari”. In questo scenario la misura sulle scuole quindi non servirebbe tanto a ridurre l’impatto dell’epidemia di coronavirus, ma potrebbe essere necessaria nelle circostanze in cui la diffusione di COVID-19 coincide con la stagione influenzale.

In ogni caso prima di arrivare a chiudere le scuole, seocndo l'Ecdc, bisognerebbe cercare di ridurre le possibilità di trasmissione all’interno delle strutture scolastiche, ad esempio formando gruppi di studio meno numerosi, aumentando la distanza fisica tra i bambini in classe, promuovendo il lavaggio delle mani e tenendo lezioni all’aperto.

05 marzo 2020
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy